Fighting Malaria modificando l'ambiente

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 15
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori hanno sviluppato un nuovo modello di computer per l'analisi di diversi metodi di cercare di controllare la diffusione della malaria, una delle malattie più devastanti, al mondo. Tra i loro risultati utilizzando il modello è che le misure ambientali come livellamento del terreno per eliminare depressioni dove piscine può formare può essere una parte importante della strategia per il controllo della malattia.

Rapporti sul lavoro, svolto dal professore di Ingegneria Civile e Ambientale Elfatih Eltahir e studenti laureati Arne Bomblies e Rebecca Gianotti, sono stati presentati questa settimana in una riunione della American Geophysical Union a San Francisco.




Malaria, Eltahir spiegato, è "un significativo problema di salute globale", che rappresenta un terzo di tutti i decessi di bambini sotto i 5 anni in tutto il mondo. Con lo sviluppo di un nuovo software per analizzare l'impatto dei diversi metodi di tentare di limitare la diffusione di malaria, che comporta una complessa catena di trasmissione tra larve, le zanzare e gli esseri umani, "abbiamo fatto progressi significativi" verso un miglior controllo della malattia, ha detto.

Mentre la maggior parte degli sforzi a che fare con la malaria si sono concentrati sul lato umano, come ad esempio i tentativi di sviluppare un vaccino, ha detto Eltahir che gli sforzi per controllare i fattori ambientali --such come lavorare per eliminare i punti bassi dove pozze d'acqua raccolgono durante la stagione delle piogge, o l'applicazione di materiali vegetali di produzione locale per limitare la crescita delle zanzare - può avere un effetto drammatico sul controllo la diffusione della malaria. E a differenza di importare farmaci costosi, un tale approccio può contare su iniziative locali, semplici come avere persone con pale riempire i punti bassi del terreno.

"Utilizzando gli strumenti locali e del lavoro locale, il nostro approccio si basa meno su apparecchiature ad alta tecnologia da fuori regione, che tende a rendere la popolazione locale più dipendenti," ha detto.

Inoltre, il nuovo modello di computer completo fornirà uno strumento per analizzare come la vulnerabilità diverse aree 'di malaria sarà influenzato da un clima che cambia.

Per convalidare la precisione della modellazione al computer di condizioni, il team ha lavorato per gli ultimi quattro anni in una zona remota del Niger, che si trova nella regione del deserto del Sahel del nord Africa. "L'Africa è il punto caldo per la malaria in generale", ha spiegato Eltahir, quindi questo lavoro sul campo fornisce sostanziale validazione del modello.

Nel campo, Bomblies e altri hanno monitorato ogni aspetto del ciclo di vita di malaria, tra cui fare conti di larve di zanzara e adulti zanzare, individuando le specie esatta di zanzare (in quanto solo le varietà specifiche portano il parassita della malaria), e la mappatura della topografia e controllare le dimensioni e la durata di pozze d'acqua dove le zanzare si riproducono. "Abbiamo raccolto dati che servirebbero come convalida per il modello che stavamo sviluppando", ha detto Bomblies.

Eliminare pozze di acqua stagnante, o drenaggio aumentando in modo che tali pool durano meno dei sette a 10 giorni ci vogliono per le zanzare a maturare, può essere una strategia efficace, gli spettacoli di analisi. Inoltre, permette il confronto di metodi differenti. Compilando i punti bassi utilizzando pale, si scopre, è efficace nel controllare la malattia come arare la terra in modo che l'acqua filtra più rapidamente giù nel terreno.

Questa non è una nuova idea, ma il nuovo software fornisce un modo quantitativo per confrontare l'impatto con altri approcci, e di sviluppare strategie specifiche per una determinata regione. Compilazione punti bassi "è una tecnica consolidata," ha detto Bomblies, che ha trascorso un totale di 13 mesi che il lavoro sul campo in Niger. "Ma non è stato specificamente applicata nella regione in cui stiamo lavorando."

E a differenza di altri approcci, come le vaccinazioni o zanzariere, ha un impatto relativamente permanente. "Una volta che un sito di riproduzione è andato, è andato" Bomblies detto.

Altri metodi il team ha studiato includono la diffusione di semi macinati dal neem, che cresce a livello locale, negli stagni, che possono ridurre la popolazione di zanzare di circa il 50 per cento.

"Per la prima volta, abbiamo un modello computerizzato dettagliato" di tutti i diversi fattori di diffusione della malattia, Eltahir detto. Rendendo possibile eseguire simulazioni dettagliate di una vasta gamma di strategie, "siamo in grado di fare un sacco di cose, in questa regione o altrove, che non avremmo mai potuto fare in passato. Si può permettere di fare le cose in modo più costo Efficace modo. "

Questo progetto è stato finanziato dal programma oceano e la salute umana del National Oceanographic and Atmospheric Administration (NOAA), e la National Science Foundation.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha