Firma Gene predice la sopravvivenza cancro alla prostata

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ricercatori provenienti da Mount Sinai School of Medicine hanno identificato una firma di sei geni che può essere utilizzato in un test per predire la sopravvivenza negli uomini con cancro alla prostata aggressivo, secondo una nuova ricerca pubblicata nel numero di ottobre di The Lancet Oncology. Questo è il primo studio a dimostrare come marcatori prognostici possono essere utili in un ambiente clinico.

Utilizzando il sangue da 202 uomini con carcinoma prostatico resistente al trattamento, i ricercatori hanno trovato sei geni caratteristici del carcinoma prostatico resistente al trattamento. Uomini con la firma di sei geni erano ad alto rischio, con un tempo di sopravvivenza di 7,8 mesi, e gli uomini senza che erano a basso rischio, con un tempo di sopravvivenza di circa 34,9 mesi. Uno studio replica di 140 pazienti supplementari convalidato questi risultati. William K. Oh, MD, Direttore della Divisione di Ematologia e Oncologia Medica di L'Tisch Cancer Institute presso il Mount Sinai Medical Center, ha guidato il team di ricerca.

"Vi è un urgente bisogno di modelli predittivi che aiutano a valutare il modo aggressivo la malattia è in pazienti affetti da cancro alla prostata, la sopravvivenza può variare molto," ha detto il dottor Oh. "Il nostro modello di sei-gene, consegnato in un semplice esame del sangue, consentirà ai medici di determinare meglio il corso di azione per i loro pazienti, a determinare l'ammissibilità sperimentazione clinica, e portano a studi più mirati nella malattia in fase avanzata."




Fino ad ora, la prognosi della malattia nel cancro della prostata avanzato potrebbe essere determinato solo attraverso predittori clinici o, occasionalmente, biopsie tumorali con solo i risultati moderatamente predittivi. Questo studio dimostra l'efficacia dei sei geni prova modello del sangue per determinare la lunghezza della sopravvivenza.

"I geni noti nel modello indicano possibili cambiamenti nel sistema immunitario legati alla malattia in stadio avanzato che meritano ulteriore studio come un bersaglio per terapie immunitarie-based", ha detto il dottor Oh.

Squadra del Dott Oh sta conducendo ulteriori studi esplorare la fattibilità della firma sei gene in altri tipi di cancro alla prostata, la stabilità della firma nel corso della malattia del paziente, e la capacità predittiva di questa firma in pazienti con tumore prostatico trattato con terapie immunitarie-based.

Questo lavoro è stato svolto in collaborazione con i colleghi della Dana-Farber Cancer Institute di Boston e Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York City.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha