Firma genetica predice esito della Pediatric Liver Cancer

Giugno 19, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno identificato una firma genetica che è notevolmente efficace nel predire la prognosi di un cancro al fegato aggressivo nei bambini. La ricerca, pubblicata da Cell Press nel numero di dicembre della rivista Cancer Cell, può portare a dei trattamenti più efficaci per i tumori del fegato pediatrici.

Epatoblastoma (HB), il cancro del fegato più comune nei bambini, è associata con l'attivazione anormale del/beta-catenina via di segnalazione Wnt. Anche se i dettagli specifici non sono chiari, la segnalazione Wnt è essenziale per lo sviluppo del fegato normale. Tumori HB possono essere costituiti da cellule che assomigliano cellule fetali o cellule progenitrici immature, ma il cellulare make-up del tumore è spesso eterogenea, precludendo l'uso sistematico per guidare il trattamento o predire l'esito.

"Allo stato attuale, pochi studi hanno affrontato se le differenze biologiche intrinseche tra tumori impatto HB prognosi. Inoltre, i nuovi trattamenti sono urgentemente necessari per i tumori avanzati della fase, e una migliore comprensione di HB patobiologia è un prerequisito per lo sviluppo di terapie mirate", spiega l'autore senior studio Dr . Marie-Annick Buendia dal Oncogenesi e Virologia Molecolare Unità presso l'Istituto Pasteur e Inserm Unità a Parigi, Francia.




Dr. Buendia e colleghi hanno usato una sofisticata tecnica di screening genetico per studiare la patogenesi di HB. Essi hanno scoperto che la beta-catenina è stato collegato con due sottoclassi tumorali distinti che riflettono precoci e tardivi fasi dello sviluppo del fegato prenatale. Inoltre, hanno scoperto una firma genetica specifica che è stato utile per individuare le due sottoclassi tumorali e predire l'esito della malattia.

I ricercatori hanno anche dimostrato che i altamente proliferanti, tumori in fase iniziale avevano caratteristiche associate con le cellule staminali. Attivazione di Myc, un marker delle cellule staminali che viene comunemente sovraespresso nel cancro, è apparso a svolgere un ruolo chiave in questo sottotipo tumorale. Inoltre, l'attivazione di Myc in topi tumori che erano sorprendentemente simile al sottotipo umano immaturo di HB e l'inibizione di Myc in cellule HB compromessa tumorigenesi indotta.

"Abbiamo dimostrato che fase di differenziazione epatica e comportamento clinico di HB sono intimamente legati, e identifichiamo una firma un'espressione con doppia capacità nel riconoscere fegato stadio di sviluppo e di predire l'esito della malattia. Questi dati possono essere applicati per migliorare la gestione clinica del cancro al fegato pediatrico e sviluppare strategie terapeutiche ", conclude il dottor Buendia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha