Flessione loro muscoli aiuta pazienti affetti da malattie renali vivono più a lungo, secondo uno studio

Giugno 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pazienti affetti da malattie renali sono più sani e vivono più a lungo se hanno arricchito la propria muscolatura, secondo uno studio che appare in un prossimo numero del Clinical Journal of the American Society Nephrology (CJASN). I risultati suggeriscono che i pazienti possano beneficiare di pompaggio di ferro o di assunzione di farmaci per aumentare la loro massa corporea magra.

Pazienti con malattia renale che sono in dialisi vivere più a lungo se hanno un indice di massa corporea (BMI); tuttavia, le misurazioni BMI non differenziano magra da massa grassa. Kamyar Kalantar-Zadeh MD, PhD (Los Angeles Biomedical Research Institute presso Harbor-UCLA Medical Center) ei suoi colleghi hanno esaminato gli effetti della massa magra e grassa su 792 pazienti in dialisi 'la salute e la sopravvivenza dei pazienti misurando' mid-braccio circonferenza muscolare (un misura della massa magra) e tricipite skinfold (una misura della massa grassa) per un periodo di 5 anni.

I ricercatori hanno trovato che i pazienti con una circonferenza muscolare alta metà braccio segnato meglio su un test di salute mentale e vissuto più a lungo rispetto ai pazienti con una circonferenza muscolare basso a metà braccio. I pazienti con il più alto circonferenza muscolare metà braccio erano 37 per cento in meno di probabilità di morire durante il periodo di studio rispetto ai pazienti con la circonferenza più basso. Tricipiti misurazione delle pliche cutanee non erano predittivi di salute e la sopravvivenza dei pazienti.




Sono necessari studi più ampi, con analisi della composizione corporea dettagliata per verificare i risultati degli investigatori, ma "è possibile che gli interventi che possono migliorare la massa muscolare o aumentare la massa magra può portare a migliori risultati clinici e una maggiore sopravvivenza a decine di migliaia di pazienti in dialisi e probabilmente milioni di individui con altri stadi della malattia renale cronica o altre malattie croniche ", ha detto il dottor Kalantar-Zadeh.

Studio co-autori includono Nazanin Noori, MD, PhD, Usama Feroze, John Sim, MD, Sameer Murali, MD, Amanda Luna, Myra Gomez, Claudia Luna, Rachelle Bross, PhD (Los Angeles Biomedical Research Institute presso Harbor-UCLA Medical Center ); Csaba Kovesdy, MD (Salem Veterans Affairs Medical Center); Joel Kopple, MD (Los Angeles Biomedical Research Institute presso Harbor-UCLA Medical Center, David Geffen School of Medicine presso la UCLA, e la UCLA School of Public Health); e Allen Nissenson, MD (DaVita Inc.).

In un editoriale di accompagnamento, Kirsten Johansen, MD (San Francisco VA Medical Center) ha osservato che i risultati dello studio indicano che l'associazione di alto BMI con una migliore sopravvivenza tra i pazienti sottoposti a dialisi è più complesso di una semplice associazione con maggiore grasso corporeo. "La prossima sfida sarà quella di affrontare i meccanismi alla base delle associazioni tra composizione corporea e la sopravvivenza in modo da poter prendere in considerazione strategie di cambiare la composizione corporea e determinare se tale intervento può migliorare i risultati", ha scritto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha