Fly gut batteri potrebbero controllare la malattia del sonno

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova specie di batteri, che si trova nell'intestino della mosca che trasmette la malattia del sonno africana, potrebbe essere progettato per uccidere il parassita che causa la malattia. Lo studio, pubblicato sul Journal of Evolutionary sistematica e Microbiologia, potrebbe portare a nuovi approcci per controllare questa infezione mortale che sta diventando resistente alla terapia farmacologica.

Scienziati provenienti da IRD, l'Istituto francese di ricerca per lo sviluppo a Montpellier, Francia isolato il romanzo batterio dal midgut della mosca tsete che ospita anche il protozoo Trypanosoma brucei gambiense (TBG), responsabile della tripanosomiasi umana africana, nota come malattia del sonno. Il nuovo batterio è stato chiamato Serratia glossinae dopo l'analisi genomica ha mostrato è stato strettamente geneticamente legato ad altri batteri del genere Serratia. È interessante notare che una delle specie di questo genere è in grado di uccidere un altro tripanosoma che causa la malattia di Chagas 'in Sud America. Ciò ha spinto il gruppo a ipotizzare che il gruppo di batteri Serratia ha il potenziale da sfruttare per il trattamento di tripanosomiasi.

Più di 60 milioni di persone sono esposte a malattia del sonno africana in Africa sub-sahariana. L'agente eziologico, Tbg, può essere trasmesso attraverso le punture di mosche infette che si nutrono di sangue umano. Le moltiplica parassita nel sangue di individui infetti e possono eventualmente invadere il cervello. Le infezioni da Tbg sono spesso asintomatici per mesi o anni e può rimanere inosservato fino a quando i pazienti sono in fase avanzata della malattia. Senza trattamento, queste infezioni sono fatali.




La ricerca potrebbe contribuire a nuove strategie di trattamento che sono disperatamente necessari per combattere la malattia del sonno africana. Farmaci attuali sono costosi e non sono sempre efficaci a causa della crescente resistenza del Tbg. "Il nostro lavoro potrebbe portare ad un approccio di tipo vettoriale alternativa che sfrutta ceppi selezionati di batteri naturalmente presenti nell'intestino del volo a uno uccidere il parassita, o evitare che si stabilirsi nell'intestino," ha spiegato il dottor Anne Geiger che ha condotto lo studio.

Contenere la diffusione di T. brucei potrebbe anche avere un impatto enorme sull'economia africana. "Bestiame possono essere colpiti da una forma di tripanosomiasi, chiamato 'nagana', che provoca una perdita stimata in alto US $ 4,5 miliardi di dollari ogni anno per l'agricoltura africana," ha spiegato il dottor Geiger. "Se siamo riusciti a controllare con successo la trasmissione del parassita dalla mosca tse-tse, l'effetto medico, sociale ed economico sarebbe notevole," ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha