Forensics evolutivi utilizzati sull'epatite C epidemia di virus

Marzo 11, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'evoluzione molecolare rapida del virus dell'epatite C (HCV) è stato utilizzato per aiutare incriminare l'origine di un focolaio in due ospedali spagnoli alla fine degli anni Novanta. Le tecniche evolutive utilizzate, descritte in rivista open access BMC Biology di BioMed Central, anche aiutato separare coloro che sono stati infettati dalla persona in questione da quelli infetti altrove durante lo stesso periodo di tempo.

Nei giorni precedenti sequenziamento profondo diventato uno scienziato di opzione a basso costo utilizzate sequenza parziale di HCV per aiutare condannare un anestesista di infettare 275 pazienti affetti da questo virus. Nel 1998 un medico anestesista è stato accusato di essersi iniettato con analgesici oppioidi, con alcuni della dose significato per i suoi pazienti, prima di dare loro il resto con lo stesso ago e la siringa. Solo ora, dopo la testimonianza e appelli degli esperti, che la scienza usata per monitorare lo scoppio e la diffusione del virus che viene reso pubblico.

La difficoltà principale di stabilire un collegamento tra la sorgente e le pazienti infetti è che il virus continua ad evolversi nel suo ospite. Inoltre, a differenza di HIV, HCV può rimanere in silenzio di un paziente infetto da anni anche se è ancora in grado di essere trasmessi.




Prof Fernando Gonzбlez Candelas dalla Universidad de Valencia, che ha condotto questo studio multicentrico ha spiegato, "Abbiamo sequenziato 322 pazienti che sono stati sospettati di essere stati infettati dal donatore e 44, i controlli non imparentati locali. La nostra analisi di oltre 4000 sequenze dalla E1-E2 regione del genoma virale ci ha permesso di escludere 47 pazienti come se fossero state infettate altrove. Perché sapevamo le date di infezione per alcuni pazienti siamo stati in grado di utilizzare i propri dati per convalidare un orologio molecolare e costruire un data presunta di infezione per ogni paziente e della fonte. "

I pazienti sono stati tutti infettati tra il 1988 e il 1998 poco dopo la data presunta di infezione della fonte.

I miglioramenti nelle tecniche di sequenziamento e informatica ora rendono più facile ottenere genomi virali intere e l'analisi filogenetica del virus a RNA, in particolare la tecnica di orologio molecolare, è sempre più utilizzato oggi per analizzare epidemie al fine di contribuire a misure di controllo piano.

Prof Gonzбlez Candelas ha continuato, "Naturalmente, ci sono possibilità molto limitate per un singolo paziente infetto di infettare tanti destinatari, ma il recente caso di un tecnico medico in New Hampshire (USA), e altri otto Stati, dimostra che più tali eventi potrebbero essere rivelato. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha