Forerunner Per insulina può predire la malattia coronarica

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

DALLAS, 26 febbraio - i livelli di misura di una molecola che precede la formazione insulina sembra essere un modo accurato per predire il rischio di malattia di cuore in uomini e donne, secondo un rapporto nel numero online di oggi di Circulation: Journal of American Heart Association.

La molecola si chiama proinsulina. I ricercatori hanno scoperto che un elevato livello di proinsulina, ma non l'insulina, è stata associata con circa due volte maggiore rischio di malattie cardiache negli uomini non diabetici e le donne che avevano sospetti ma non confermati blocchi nei loro vasi sanguigni coronarici. Questa associazione era più forte nelle persone anziane.

"Abbiamo scoperto che la proinsulina era un migliore indicatore di malattia coronarica rispetto all'insulina era", spiega Jee-Young Oh, MD, che ha condotto la ricerca, mentre il completamento di un borsa di studio presso l'Università di California, San Diego. "Misurazione della proinsulina potrebbe aiutare identificare i pazienti con malattia coronarica e forse coloro che sono ad alto rischio di sviluppare la malattia coronarica." Sono necessari ulteriori studi per chiarire i risultati di insulina, così come i fattori coinvolti nella associazione tra proinsulina e malattie cardiache, Oh ei suoi colleghi concludono.




Dopo i test di laboratorio per la proinsulina si sono resi disponibili nei primi anni 1990, diversi gruppi di ricerca hanno riferito che la proinsulina era un migliore indicatore del rischio di malattie cardiache rispetto all'insulina. Tuttavia, eventuali differenze tra uomini e donne non erano stati studiati, Oh note.

Proinsulina è una delle varie molecole coinvolte nella formazione di insulina nel corpo che sembra compromettere la coagulazione del sangue. L'aumento dei livelli di insulina e proinsulina sono stati associati con malattia coronarica fattori di rischio come la pressione alta, livelli elevati di colesterolo e l'obesità. Alti livelli di insulina sono stati identificati come marker di malattia coronarica negli uomini. Per valutare l'accuratezza di proinsulina come marcatore per la malattia coronarica, i ricercatori hanno valutato i dati di laboratorio su 1.456 bianchi di mezza età e anziani iscritti al cuore Rancho Bernardo (Calif.) E di studio delle malattie croniche. Il gruppo composto da 554 uomini e 902 donne di età compresa tra 50-97 anni. Tutti sono stati testati per confermare che non erano diabetici. I ricercatori hanno misurato insulina, proinsulina e C-peptide, un sottoprodotto della produzione di insulina in campioni di sangue prelevati dai partecipanti. Oh notato che alcune prove ha indicato che il C-peptide potrebbe anche essere un predittore più accurato del rischio di attacco di cuore rispetto all'insulina. I ricercatori hanno ottenuto anamnesi e condotto elettrocardiogrammi - che valutano l'attività elettrica del cuore - per tutti i partecipanti.

Essi hanno scoperto che circa un quarto del gruppo Rancho Bernardo aveva la malattia coronarica, equamente distribuito tra gli uomini e le donne. Gli individui con malattia coronarica avevano livelli significativamente più alti proinsulina rispetto alle persone senza malattia coronarica, e la differenza era evidente negli uomini e nelle donne.

L'aumento dei livelli di proinsulina più che raddoppiato il rischio di malattia coronarica negli uomini, e il rischio è stato un po 'meno del doppio nelle donne. L'associazione è rimasta significativa dopo gli investigatori hanno rappresentato per gli effetti di una serie di fattori di rischio di malattia coronarica, tra cui l'età, indice di massa corporea (misura dell'obesità), la pressione sanguigna ei livelli di colesterolo ad alta densità (HDL - il colesterolo buono che riduce il rischio di malattia cardiaca). Al contrario, i livelli di insulina e C-peptide previsto un aumento della probabilità di malattia coronarica nelle donne, ma non per gli uomini.

"Questi risultati dovrebbero essere confermati in altri studi, ma sono compatibili con i risultati di studi che non valutano le differenze di genere," dice Oh, che attualmente si trova presso la facoltà dell'Università di Ewha Woman a Seoul, Corea. "I nostri risultati suggeriscono che la proinsulina può essere utile per la diagnosi di malattia coronarica negli uomini e nelle donne."

I risultati contraddittori relativi alla capacità di insulina per predire la malattia coronarica negli uomini e le donne richiedono ulteriori indagini, ha aggiunto.

Co-autori sono stati Elizabeth Barrett-Connor, MD, e Nicole M. Wedick. La ricerca è stata finanziata in parte dal National Institute of Diabetes e Digestiva e malattie renali e National Institute on Aging.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha