Forze per la diffusione del cancro: l'instabilità genomica e la selezione evolutiva

Aprile 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un nuovo studio, i ricercatori hanno scoperto l'evoluzione in azione in cellule tumorali. Essi mostrano le forze di evoluzione nei tumori pancreatici fanno sì che non solo è il cancro geneticamente differenti tra i diversi pazienti, ma ogni nuovo focus di cancro si sviluppa all'interno di un paziente ha acquisito mutazioni distinte.

In effetti, dieci diversi focolai di diffusione del cancro sono dieci tumori diversi, ma correlati,. La complessità della genetica del cancro del pancreas scoperti in questo lavoro aiuta a spiegare la difficoltà di trattare la malattia, ma anche rafforza la necessità di metodi migliori per la diagnosi precoce

Il tumore al pancreas è un tumore aggressivo con solo due o tre pazienti in un centinaio di vivere oltre i cinque anni dalla prima diagnosi. La diffusione - le metastasi - del tumore è pensato per essere relativamente asintomatica nella maggior parte dei pazienti fino a quando la malattia è avanzata.




"Abbiamo sempre saputo che il cancro del pancreas è una malattia particolarmente aggressiva," dice il dottor Peter Campbell, del Wellcome Trust Sanger Institute e primo autore sulla carta. "Questo studio dimostra perché è così difficile. Ogni metastasi è il suo tumore, ogni evoluzione, ogni lotta per il dominio, ogni adattarsi alla vita al di fuori del pancreas. Quando trattiamo il cancro che si è diffuso attraverso il corpo, non stiamo solo trattando un tumore, si potrebbe trattare decine di tumori geneticamente distinte. "

I ricercatori, del Wellcome Trust Sanger Institute, vicino a Cambridge, nel Regno Unito e il Sol Goldman pancreatico Cancer Research Center della Johns Hopkins Medical Institutions, Baltimora, Stati Uniti d'America, hanno esaminato i tumori in 13 pazienti che sono morti di cancro al pancreas. Hanno mappato riarrangiamenti nel genoma di campioni di cancro: in alcuni casi, hanno osservato diversi metastasi da un paziente.

Hanno scoperto che i genomi del cancro del pancreas spesso contengono un modello distintivo di genoma riassetto che riflette probabilmente le modifiche ai meccanismi di riparazione nelle cellule tumorali. Il modello di eventi di mutazione è totalmente diverso a quello riscontrato nel cancro della mammella, per esempio.

"Con ogni studio, genomi del cancro vengono rivelati nel loro complesso intricato dettaglio", spiega Andy Futreal, capo del Cancer Genetics e Genomica presso il Wellcome Trust Sanger Institute e senior autore sulla carta. "Genome instabilità è comune nel cancro, ma questo studio ha ulteriormente rivelato la natura dinamica di tale instabilità e il suo ruolo nella diffusione della malattia nel paziente - con instabilità di essere un motore di selezione che permette al tumore di adattarsi a nuovi siti in corpo.

"Possiamo vedere una radice di lesioni comuni - circa la metà delle mutazioni sono condivisi tra le metastasi del cancro metastatico è quindi come una famiglia:. I diversi depositi di tumore sono geneticamente legati l'uno all'altro, come fratelli, sorelle e cugini sono, ma hanno anche le caratteristiche genetiche distintive che li rendono individuale. individuare e raggiungere le mutazioni condivise con la droga è probabile che sia un percorso di trattamento più efficace. "

In uno studio compagno Dr Iacobuzio-Donahue ei suoi colleghi dimostrano che le mutazioni singole lettere mostrano un modello simile complesso. Il team su quella carta suggerisce che ci potrebbe essere un lungo lasso di tempo dalle prime mutazioni cancerogene nel tumore primario alla metastasi violenta e rapida della malattia in fase avanzata.

Entrambi i documenti suggeriscono che il tasso di mutazione galoppante che sviluppa produce cellule che, a causa di mutazioni specifiche che acquistano, in grado di colonizzare altri organi. Diverse combinazioni di geni attivi sono necessari per sopravvivere in differenti tessuti. Si tratta di un ritorno al 120-year-old seme e terreno ipotesi che alcuni organi forniscono un terreno particolarmente fertile per particolari cellule tumorali di crescere. Questo lavoro mostra che anche nel cancro di una persona, cloni di cellule possono evolvere genomi specializzati per la vita in organi definiti.

I ricercatori sottolineano che le mutazioni condivise comuni a molti tumori pancreatici fase iniziale potrebbero fornire un percorso di scoperta di nuovi bersagli farmacologici. Inoltre, il tempo tra le variazioni genetiche iniziali nel cancro primario sviluppo e la diffusione ad altri organi potrebbe offrire una finestra in cui la diagnosi precoce potrebbe rilevare malattia mentre è ancora curabili chirurgicamente.

I pazienti di questi studi sono stati reclutati per un programma stabilito dal dottor Iacobuzio-Donahue a Baltimora per sviluppare una nuova comprensione di questo difficile tipo di tumore. I pazienti con carcinoma pancreatico terminale discutere con il team gli obiettivi della ricerca e di scegliere se fornire o meno i campioni dopo la loro morte.

"Siamo molto grati a tutti i pazienti che hanno discusso il programma", spiega il dottor Iacobuzio-Donahue dal Sol Goldman pancreatico Cancer Research Center della Johns Hopkins Medical Institutions, Baltimora, Maryland e senior autore sulla carta. "In tempi di enorme difficoltà personale, loro e le loro famiglie e amici hanno preso provvedimenti per aiutare gli altri, con la speranza che possiamo migliorare la diagnosi e trattamenti per il futuro. I sacrifici che hanno fatto ora migliorando radicalmente la nostra comprensione di come si sviluppa il cancro al pancreas e si diffonde.

"Si tratta di un documento di ricerca, ma siamo tutti consapevoli che ci sono persone reali che stanno dietro questi campioni."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha