Fuma aumenta il rischio di artrite reumatoide in afroamericani

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio ha stabilito che gli afro-americani che fumano sigarette hanno un rischio maggiore di sviluppare artrite reumatoide (RA). Rischio RA è più pronunciato tra gli individui positivi per HLA-DRB1 epitopi, un fattore di rischio genetico per RA condiviso.

I risultati di questo studio - il più grande fino ad oggi esaminato l'impatto del fumo sul rischio RA in una popolazione afro-americano - sono disponibili nel numero di dicembre di Arthritis & Rheumatism, un giornale pubblicato da Wiley-Blackwell, a nome della American College of Rheumatology (ACR).

AR è una malattia infiammatoria cronica che colpisce il rivestimento articolare (membrana sinoviale) e provoca dolore, gonfiore e arrossamento delle articolazioni. L'ACR stima che 1,3 milioni di americani sono diagnosticati con AR e il 75% di questi sono donne. Precedenti studi suggeriscono che il fumo di sigaretta può essere associato ad un aumentato rischio di sviluppare artrite reumatoide. Un rapporto del 2009 la salute redatto dal Centers for Disease Control and Prevention stima che nella popolazione afro-americano, il 26% degli uomini e il 17% delle donne di 18 anni di età e anziani fumo.




"RA epidemiologia è stata in gran parte poco studiato nella popolazione afro-americana", ha spiegato Ted Mikuls, MD, MSPH, dalla University of Nebraska Medical Center e autore principale dello studio. "Lo scopo del nostro studio è stato quello di colmare il gap di conoscenza per determinare se il fumo contribuisce al rischio RA in afro-americani e definire la misura in cui questa associazione è influenzata dal rischio genetico."

L'attuale studio ha valutato i partecipanti con RA (605) e controlli sani (255) dal Consorzio per le valutazioni longitudinali di afro-americani con artrite reumatoide precoce (CLEAR) Io studio di gruppo (pazienti con artrite reumatoide, con meno di due anni di durata della malattia dal momento della sintomi) e il gruppo di studio chiara II (pazienti affetti da AR con qualsiasi durata della malattia). I ricercatori hanno analizzato lo stato di fumare (attuale, l'ex, mai), l'esposizione cumulativa fumo e fattore di rischio genetico (HLA-DRB1 epitopi in comune (SE)).

I risultati hanno mostrato che i pazienti con artrite reumatoide sono stati leggermente più propensi a segnalare uno stato di ex o attuali fumatore e meno probabilità di essere mai fumatori rispetto soggetti sani. Heavy fumare è stata trovata (maggiore di 10 pacchetti-anno) nel 54% dei pazienti affetti da AR e nel 35% dei controlli che mai fumato. I ricercatori hanno anche scoperto che i pazienti con artrite reumatoide sono stati più probabile che i controlli di avere almeno un HLA-DRB1 SE contenenti allele (40% contro 23%).

"Abbiamo trovato un aumento di due volte in RA rischio tra gli afro-americani che erano forti fumatori, e questo rischio aumentato di oltre quattro volte in presenza di alleli SE", ha commentato il dottor Mikuls. "I nostri risultati suggeriscono che circa uno su sei nuovi casi di RA che si verificano in afro-americani potrebbero essere evitate attraverso smettere di fumare o limitando l'esposizione cumulativa di fumare per meno di 10 pacchetti-anno."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha