Fumo passivo sul posto di lavoro aumenta il rischio di cancro ai polmoni, dice relazione

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'analisi di quasi due dozzine di studi conferma l'associazione tra fumo passivo sul posto di lavoro e un aumento del rischio di cancro ai polmoni, secondo un rapporto sull'American Journal of Public Health.

La ricerca, condotta da University of Illinois a Chicago epidemiologo Leslie Stayner, è pubblicato on-line e apparirà nel numero di stampa di marzo della rivista.

Stayner e colleghi hanno condotto un'analisi statistica combinando i dati provenienti da 22 studi che hanno valutato l'esposizione sul posto di lavoro il fumo e il rischio di cancro ai polmoni. Hanno anche analizzato il livello dei lavoratori e la durata di esposizione al fumo passivo e il rischio di cancro al polmone.




I ricercatori hanno scoperto un aumento del 24 per cento del rischio di cancro al polmone tra le persone esposte al fumo passivo sul posto di lavoro. I lavoratori che sono stati altamente esposti avevano un aumento del 100 per cento (o raddoppiato) il rischio di cancro ai polmoni, e lavoratori con una lunga storia, o durata, di esposizione al fumo passivo ha avuto un 50 per cento aumento del rischio.

"Crediamo che questo fornisce la prova più forte fino ad oggi il rapporto tra luogo di lavoro fumo passivo e cancro del polmone", ha detto Stayner, professore e direttore di epidemiologia e biostatistica presso la Scuola UIC di sanità pubblica, e autore principale dello studio.

La ricerca, Stayner detto, ha importanti implicazioni politiche per le città e gli Stati che non hanno ancora legiferato divieti di fumo in bar e ristoranti dove ci sono alti livelli di fumo ambientale.

Co-autori includono James Bena della Fondazione Cleveland Clinic; Annie Sasco del Victor Segalen Bordeaux 2 University in Francia; Randall Smith dell'Istituto nazionale per la sicurezza e la salute, Cincinnati; Kyle Steenland della Emory University; Michaela Kreuzer del-National GSF Centro di Ricerca per l'Ambiente e Salute a Neuherberg, in Germania; e Kurt Straif, dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, Lione, Francia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha