Gel microbicida vaginale può offrire una strategia promettente per la prevenzione e la protezione contro la trasmissione dell'HIV

Maggio 30, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio dimostra che un gel microbicida è altamente efficace nelle infezioni blocco dal virus dell'AIDS in un modello di primate non umano. Nel documento pubblicato 6 dicembre nella rivista open access PLoS Pathogens, Dereuddre-Bosquet e colleghi combinata europea Highly Active Anti-Retroviral microbicidi (CHAARM) Consorzio descrivono ingrediente chiave del gel, che sono piccoli peptidi progettati per presentare un richiamo di legare il virus ed impedire che penetri e infettare le cellule del corpo. Poiché questo è un gel può essere applicato localmente e potrebbe rappresentare un agente preventivo potente contro la trasmissione sessuale dell'HIV.

A livello mondiale, la comunità scientifica sta lavorando sullo sviluppo di un vaccino contro l'HIV. Nel frattempo, la ricerca è inoltre concentrata sulla riduzione della diffusione del virus mediante l'applicazione di un gel microbicida per proteggere gli utenti durante il rapporto che è un tempo della prima esposizione al virus. Ad oggi, pochi trattamenti che bloccano l'ingresso del virus hanno mostrato protezione promettenti.

Dereuddre-Bosquet et al. peptidi ingegnerizzati chiamati "miniCD4s" perché imitano il recettore CD4 usata da HIV per entrare nelle cellule del sistema immunitario del corpo. Lo studio mostra che il miniCD4s blocca ingresso dell'HIV nelle cellule isolate in un piatto e del tessuto modelli che imitano le mucose, che sono punti di ingresso del virus. Gli autori hanno poi formulati miniCD4s a 0.3% in un gel microbicida che è stato applicato vaginale a sei macachi femmina scimmie cynomolgus per un'ora prima che gli animali hanno ricevuto una dose elevata del virus anche nella vagina. Questa dose dovrebbe normalmente far animali altamente infezione, ma, invece, cinque dei sei sono stati completamente protetti dall'infezione da HIV. Nessuna traccia del virus è stato trovato in qualsiasi tessuto del corpo. Erano anche in grado di rilevare eventuali anticorpi del virus nel plasma degli animali, indicando che il virus era completamente respinti e c'era una protezione completa.




Questo studio fornisce una prova di principio che per aa strategia promettente per la prevenzione e la protezione contro ransmission HIV durante i rapporti sessuali. È importante sottolineare che la protezione è stata dimostrata in un modello di primate umano non che rappresenta un passo essenziale prima necessari per passare alla sperimentazione clinica prospettica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha