Gene Discovery mette in luce modelli di 'cablaggio' del cervello

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

HOUSTON (21 aprile 2005) - La complessità del cervello e, più specificamente, come le cellule nervose formano miliardi di contatti quando vi sono meno di 30.000 geni umani è ancora un mistero scientifica.

Un team guidato da Drs. Robin Hiesinger e Hugo J. Bellen al Baylor College of Medicine di Houston hanno dipanato un pezzo di quel puzzle trovando un gene che svolge un ruolo chiave nel cablaggio del cervello. Un rapporto sul loro lavoro appare oggi sulla rivista Neuron.

"Siamo stati sorpresi di trovare un mutante exocyst avendo tali difetti specifici", ha detto Bellen, professore di genetica molecolare e umana presso BCM. "La cellula base biologica di cablaggio cervello è in gran parte sconosciuto. Siamo felici di avere una nuova maniglia su un vecchio problema."




Utilizzando sofisticati genetica a livello del cervello del moscerino della frutta, Drs. Sunil Mehta e Hiesinger trovato un gene chiamato sec15 che è necessario per le cellule nervose a fare adeguate scelte di obiettivi su cui agire.

La proteina Sec15 fa parte di un complesso proteico (la exocyst) che è noto per essere richiesto per la secrezione (o esocitosi) dei compartimenti vescicolari nel lievito. Compartimenti vescicolari sono piccoli organelli che le proteine ​​di trasporto da un sito a un altro in cella.

Neuroni nel cervello mosca che mancano sec15 non solo mostrano schemi di cablaggio aberranti, ma anche mostrano smarrimento di proteine ​​necessarie per le scelte di contatto delle cellule nervose corretta.

La maggior parte di queste proteine ​​di contatto delle cellule erano noti in precedenza per visualizzare modelli di espressione altamente dinamici in tempo e nello spazio, ma il modo in cui sono messi al momento giusto e al posto giusto resta da dimostrare.

Questo studio risponde a parte di tale domanda.

Altri che hanno partecipato a questo lavoro includono Dr. Mike Crair di BCM, Drs. R. Grazia Zhai, Karen L. Schulze, Patrik Verstreken, Yu Cao e Yi Zhou dalla Howard Hughes Medical Institute presso BCM e Drs. Slobodan Beronja e Ulrich Tepass presso l'Università di Toronto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha