Gene Fusions stimolare la crescita del cancro

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il team ha scoperto che i pezzi di due cromosomi possono cambio con l'altro e causare due geni per fondere insieme. I geni fusi quindi sovrascrivono l'interruttore "off" che mantiene le cellule di crescere in maniera incontrollata, provocando il cancro alla prostata a svilupparsi.

Testando queste fusioni geniche nei topi e nelle colture di cellule, i ricercatori hanno dimostrato che le fusioni sono ciò che causa il cancro alla prostata a svilupparsi. Ma non è solo una serie di geni che si fondono. I ricercatori hanno scoperto che uno dei diversi in una famiglia di geni può diventare strapazzate e si fondono.




"Ognuno di questi interruttori, o fusioni geniche, rappresentano diversi sottotipi molecolari. Questo ci dice che c'è non solo un tipo di cancro alla prostata. Si tratta di una malattia più complessa e potenzialmente ha bisogno di essere trattati in modo diverso in ogni paziente," dice l'autore principale dello studio Arul Chinnaiyan , MD, Ph.D., direttore del Centro del Michigan per Translational Pathology, un nuovo centro di messaggistica unificata il cui obiettivo è di tradurre la ricerca in pratica del mondo reale.

La ricerca gene di fusione è il progetto centrale del nuovo centro. In questo studio, i ricercatori hanno trovato una delle numerose fusioni gene anormale nei campioni di tessuto del cancro alla prostata hanno provato. Nel 2005, i ricercatori hanno identificato un gene specifico della prostata chiamato TMPRSS2, che si fonde con uno ERG o ETV1, due geni noti per essere coinvolti in diversi tipi di cancro.

Le relazioni di carta naturale dei cinque geni aggiuntivi che si fondono con ERG o ETV1 per causare il cancro alla prostata. Fusioni geniche sono state coinvolte in 60 per cento al 70 per cento delle linee di cellule di cancro alla prostata i ricercatori hanno guardato. I geni coinvolti sono tutti controllati da un meccanismo diverso. Ad esempio, quattro dei geni sono regolati da androgeni, un ormone sessuale maschile noto per alimentare il cancro alla prostata. Deprivazione androgenica è una terapia comune per il cancro alla prostata.

Sapendo che gene di fusione è coinvolto in tumore del singolo paziente potrebbe avere un impatto opzioni di trattamento. Se un gene androgeno-regolata è coinvolto, la terapia androgeno sarebbe opportuno. Ma se la fusione gene comporta un gene che reprime androgeni, la terapia anti-androgeni potrebbe favorire la crescita del cancro. Questo potrebbe anche spiegare il motivo per cui il trattamento degli androgeni non è efficace per alcuni tipi di cancro della prostata.

"Digitando il cancro alla prostata di qualcuno gene di fusione può influenzare il trattamento riservato. Non vorremmo dare androgeni a qualcuno il cui prostata gene del cancro di fusione non è regolato da androgeni", dice Chinnaiyan, che è la SP Hicks Collegiata Professore di Patologia presso l'UM Medical School.

Riarrangiamenti in cromosomi e geni fusi sono noti per avere un ruolo nei tumori delle cellule del sangue come la leucemia e linfoma, e nel sarcoma di Ewing. Una combinazione gene fuso che svolge un ruolo nella leucemia mieloide cronica ha portato i ricercatori a sviluppare il farmaco Gleevec, che ha notevolmente migliorato i tassi di sopravvivenza per tale malattia.

Chinnaiyan ritiene che le fusioni geniche prostata alla fine portare a trattamenti simili per il cancro alla prostata.

"Più immediatamente, ci auguriamo di sviluppare test per la diagnosi o la prognosi. Ma a lungo termine, speriamo che questo porterà a migliori terapie per trattare il cancro alla prostata. La sfida chiave è trovare un farmaco che potrebbe andare dopo questa fusione gene," Chinnaiyan dice.

La tecnologia gene di fusione è stato concesso in licenza a San Diego-based Gen-Probe Inc., che sta lavorando su uno strumento di screening per individuare fusioni geniche nelle urine. Lo strumento potrebbe un supplemento giorno o sostituire l'antigene prostatico specifico o PSA, i test attualmente utilizzato per lo screening per il cancro alla prostata.

L'idea di tradurre i risultati della ricerca di laboratorio in un test o un trattamento che avrà un impatto pazienti è fondamentale per il nuovo Centro di Michigan per Translational Pathology. Il centro riunisce esperti nel campo della genomica, proteomica e bioinformatica di esaminare i modelli comuni e obiettivi potenziali in cancro e altre malattie. Questo è il primo centro di questo genere nella nazione in quanto è associato ad uno dei 39 National Cancer Institute-designato centri oncologici "generali", una scuola di medicina premier e un ampio sistema sanitario sia con medici e pazienti.

L'obiettivo del centro è quello di studiare i geni, proteine ​​e altri marcatori sulle cellule per sviluppare nuovi test diagnostici o strumenti di screening e trattamenti mirati per il cancro e altre malattie, la chiave è di tradurre queste scoperte di laboratorio in applicazioni cliniche.

Chinnaiyan e il suo team hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui l'American Association for Cancer Research Team Science Award per il loro lavoro pubblicato in precedenza su fusioni geniche, e la specialistica Programma di ricerca di eccellenza premio Outstanding Investigator. Il nuovo Centro per traslazionale Patologia supportato in parte dal Prostate Cancer Foundation, che si è offerto di abbinare fino a 1 milione di dollari in donazioni a sostegno del lavoro legati allo sviluppo di terapie contro prostata fusioni del gene del cancro all'università.

"La mappatura del genoma umano era solo l'inizio. Equipaggiato con l'analisi completa del genoma umano, possiamo ora esaminare sistematicamente il modello della malattia a livello molecolare. Questa conoscenza essenziale può portare a test diagnostici migliori e promettenti nuovi trattamenti per il cancro , le malattie cardiovascolari, il diabete e altre malattie ", spiega Chinnaiyan.

Circa 218.890 uomini saranno con diagnosi di cancro alla prostata di quest'anno, e 27.050 moriranno dalla malattia, secondo l'American Cancer Society. Il lavoro gene di fusione non è attualmente disponibile per il trattamento o la diagnosi, e studi clinici sono attualmente reclutando.

Oltre a Chinnaiyan, autori di studio UM erano Scott Tomlins; Saravana Dhanasekaran, Ph.D .; Bharathi Laxman; Qi Cao; Beth Helgeson; Xuhong Cao; David Morris, M.D .; Anjana Menon; Xiaojun Jing; Bo Han; James Montie, M.D .; Kenneth Pienta, M.D .; Diane Roulston; Rajal Shah, M.D .; Sooryanarayana Varambally, Ph.D .; e Rohit Mehra, MD Mark Rubin, MD, dal Brigham and Women Hospital, Dana-Farber Cancer Institute e Harvard Medical School è anche autore di uno studio.

Finanziamento per lo studio è venuto dal Dipartimento della Difesa statunitense, il National Institutes of Health, il Research Network diagnosi precoce, il Prostate Cancer Foundation e Gen-Probe Inc.

L'Università del Michigan ha depositato un brevetto sulla rilevazione delle fusioni geniche nel cancro alla prostata, in cui Tomlins, Mehra, Rubin e Chinnaiyan sono co-inventori. Il campo diagnostico di utilizzo è stato concesso in licenza a Gen-Probe Inc. Chinnaiyan ha anche un accordo di ricerca sponsorizzata con Gen-Probe; tuttavia, GenProbe non ha avuto alcun ruolo nella progettazione o sperimentazione di questo studio, né ha partecipato alla stesura del manoscritto.

I risultati dello studio appaiono nel numero 2 agosto di Nature. Riferimento: Nature, vol. 448, n 7153, 2 ago 2007

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha