Gene Novel legato ai cuori di invecchiamento

Aprile 1, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'Università di Ottawa Heart Institute (UOHI) hanno identificato un nuovo gene nel nucleo delle cellule muscolari e del cervello che colpisce lo sviluppo del cuore e il processo di invecchiamento. La loro indagine porta la promessa di nuovi trattamenti per un vecchio, cuore scompensato.

"Sappiamo che l'invecchiamento è il più grande predittore di malattia cardiovascolare e di insufficienza cardiaca. Quindi abbiamo lavorato a ritroso nel tempo, guardando il cuore fetale per comprendere i cambiamenti nel processo con l'invecchiamento, cresce gracile e non riesce", ha detto il biologo molecolare Patrick Burgon, PhD.

Un gruppo di ricerca guidato dal Burgon scoperto il gene nel nucleo della cellula - il luogo in cui ha sede informazioni ereditarie o DNA - suggerendo che possa controllare il comportamento di altri geni importanti nello sviluppo del cuore.




I ricercatori, che si concentrano sul cuore fetale come si sviluppa in un cuore adulto, nominato il MLIP gene per Muscle arricchiti di tipo A Lamin Interacting Protein. Le mutazioni nel gene della famiglia Lamin sono associati con la distrofia muscolare e le altre malattie degenerative del muscolo cardiaco.

I loro risultati sono stati riportati elettronicamente nel Journal of Biological Chemistry e sono in programma per la pubblicazione formale nel mese di giugno. I ricercatori ora studieranno come modelli animali reagiscono quando il gene MLIP viene rimosso per ottenere una maggiore conoscenza in sua funzione.

"Una maggiore conoscenza di questo gene e come funziona ci aiuterà a comprendere la perdita della funzione cardiaca. La nostra ricerca apre nuove strade rilevanti per le caratteristiche dello sviluppo cardiaco", ha detto Burgon.

Presso l'Istituto Cuore, studi finalizzati ad individuare i meccanismi cardiovascolari complessi sono parte di uno sforzo a livello mondiale fra un nucleo di organizzazioni scientifiche principali. L'Istituto Cuore collabora con un consorzio internazionale che ha già scoperto 13 nuovi geni che aumentano il rischio di malattia coronarica (CAD).

I ricercatori dell'Istituto Cuore precedentemente identificati gene 9p21 - il primo fattore di rischio genetico per la malattia riconosciuta cuore e la prima nuova importante fattore di rischio cardiovascolare dopo la scoperta di colesterolo. L'Istituto ha inoltre trova una varietà di altri geni che influenzano malattie come la fibrillazione atriale e processi biologici come l'obesità.

La ricerca dal gruppo di Burgon è stato finanziato dall'Istituto Cuore e canadese Institutes of Health Research.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha