Gene trovato per favorire la formazione di sinapsi nel cervello

Aprile 26, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo guidato da Richard Huganir, Ph.D., direttore del Solomon H. Snyder Dipartimento di Neuroscienze e un Howard Hughes Medical Institute, si proponeva di studiare i geni coinvolti nella formazione delle sinapsi. GEK-Ming Sia, Ph.D., ricercatore associato nel laboratorio di Huganir, prima proiettato centinaia di geni umani per i loro effetti sulle cellule cerebrali del mouse laboratorio di produzione propria. Quando un gene, SRPX2, è stato trasformato più in alto rispetto al normale, ha causato le cellule cerebrali ad eruttare con nuove sinapsi, Sia trovato.

Quando la squadra di Huganir iniettato topi fetale con un composto SRPX2 blocco, i topi hanno mostrato un minor numero di sinapsi di topi normali, anche da adulti, i ricercatori hanno trovato. Inoltre, quando i cuccioli di topo SRPX2-carenti sono stati separati dalle loro madri, essi non emettono disagio acuto chiamate come gli altri cuccioli fanno, indicando che mancava l'equivalente roditore di competenza linguistica precoce.




Analisi Altri ricercatori del genoma umano hanno scoperto che le mutazioni in SRPX2 sono associati a disturbi del linguaggio e l'epilessia, e quando la squadra di Huganir iniettato il SRPX2 umano con le stesse mutazioni nei topi fetali, avevano anche deficit nella loro vocalizzi come cuccioli.

Un altro gruppo di ricerca presso l'Institut de Neurobiologie de la Mйditerranйe in Francia in precedenza avevano dimostrato che SRPX2 interagisce con FoxP2, un gene che ha guadagnato grande attenzione per il suo ruolo apparentemente cruciale nella capacità linguistiche. La squadra di Huganir confermato, dimostrando che FoxP2 controlla la quantità di proteina il gene SRPX2 fa e può influenzare la lingua in questo modo. "FoxP2 è famosa per il suo ruolo nel linguaggio, ma in realtà è coinvolto in altre funzioni, come pure" Huganir commenti. "SRPX2 sembra essere più specializzato per capacità linguistiche." Huganir sospetta che il gene può anche essere coinvolti in autismo, poiché i pazienti autistici hanno spesso problemi di linguaggio, e la condizione è stata collegata a difetti nella formazione di sinapsi.

Questo studio è solo l'inizio di prendere in giro come SRPX2 agisce sul cervello, dice Sia. "Ci piacerebbe sapere quali altre proteine ​​agisce su, e come esattamente regola sinapsi e consente lo sviluppo del linguaggio."

Roger Clem della Mount Sinai School of Medicine ha partecipato allo studio.

Questo studio è stato sostenuto dal National Institute of Mental Health (codice di autorizzazione P50MH084020) e l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke (codice di autorizzazione NS050274).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha