Genetica gioco di ruolo in risposta alla maggior parte dei comuni Asma Drug

Giugno 20, 2015 Admin Salute 0 16
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I geni influenzano il modo in pazienti asmatici rispondono al salbutamolo, secondo i risultati di un nuovo studio di adulti con asma lieve. Ricercatori del Clinical Research Network Asthma (ACRN) del National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI), parte del National Institutes of Health, ha scoperto che nel corso del tempo, come i partecipanti hanno risposto a dosi giornaliere di salbutamolo per via inalatoria differivano a seconda di quale forma di un gene specifico che avevano ereditato. Mentre un paio di settimane di uso regolare di salbutamolo migliorato il controllo dell'asma complessiva in individui con una forma del gene, interrompendo tutte uso di salbutamolo finalmente migliorato il controllo dell'asma in quelli con un'altra forma del gene. Albuterol è il farmaco più comunemente usato per il sollievo dei sintomi acuti di asma, o "attacchi".

La risposta beta-adrenergici dal genotipo (BARGE) di prova è il primo studio di un farmaco di asma nei pazienti selezionati in base al loro genotipo, o quali forme di un gene specifico che hanno. Pubblicato nel numero di Ottobre 23-29 del Lancet, * il processo BARGE fornisce importanti informazioni sul motivo per cui salbutamolo può beneficiare alcune persone con asma più di altri. I risultati potrebbero portare a individuare i modi migliori per la terapia dell'asma sulla base di modelli genetici dei pazienti.

"Se siamo in grado di individuare quali individui farà meglio con un certo tipo di terapia, si può migliorare la propria vita in modo più rapido e salvarli - e il sistema sanitario - la spesa e il rischio di cercare farmaci che sono meno efficaci per loro," commenta Dr. Barbara Alving, direttore NHLBI agire. "Questo studio aiuta a mettere l'asma in prima linea della farmacogenetica."




Farmacogenetica è una scienza emergente che collega le variazioni in genotipi alle variazioni in risposta al farmaco. Gli scienziati sanno da tempo che i geni possono svolgere un ruolo nel modo in cui gli individui rispondono alle malattie e ai farmaci. Come farmaci muovono attraverso il corpo, interagiscono con migliaia di molecole, o proteine. Poiché i geni dirigono come le proteine ​​si comportano, variazioni nella struttura di un gene possono influenzare come la proteina risponde ad un farmaco. Molti credono che la farmacogenetica rivoluzioneranno l'assistenza sanitaria in quanto porterà allo sviluppo di farmaci che hanno come target specifiche molecole più precisamente di farmaci attualmente disponibili, che li rende più potente e meno probabilità di creare effetti collaterali indesiderati.

Farmaci per l'asma sono noti per variare notevolmente nei loro effetti nei diversi pazienti. La ricerca suggerisce che la genetica può giocare un ruolo in queste differenze.

Albuterol rivolge i recettori adrenergici beta-2. Come un farmaco di asma rapido sollievo, rilassa i muscoli delle vie aeree e rapidamente apre i passaggi di aria nel corso di un attacco d'asma, quando le vie aeree si restringono. BARGE è stato sviluppato sulla base di osservazioni di studi precedenti che suggerivano che le differenze genetiche nel recettore beta-potrebbero svolgere un ruolo importante nel modo in cui i pazienti rispondono al salbutamolo.

Lo studio BARGE ha esaminato gli effetti di due tipi di recettore adrenergico beta-2 in pazienti con asma lieve. Il processo abbinato 78 partecipanti con i livelli corrispondenti di funzione delle vie aeree, ma con diverse forme del gene del recettore. I ricercatori hanno confrontato i partecipanti che hanno due versioni di arginina del gene (il genotipo arginina) a quelli con due versioni glicina del gene (il genotipo glicina). Albuterol è usato quotidianamente (due puff, quattro volte al giorno) per 16 settimane, e l'uso del placebo seguito lo stesso lasso di tempo. Quando i partecipanti necessari sollievo ulteriore sintomo, hanno usato ipratropio bromuro, un diverso tipo di rapido sollievo farmaci noti come un anticolinergico.

Mentre tutti i partecipanti inizialmente risposto bene al salbutamolo, dopo 16 settimane di uso quotidiano, quelli con genotipo arginina aveva più povero il controllo dell'asma rispetto ai loro partner abbinati con il genotipo glicina. Inoltre, i partecipanti hanno riferito di arginina più sintomi, punteggi più bassi di FEV1 (una misura della funzione polmonare) e un uso più frequente di rapido sollievo farmaci.

Nel complesso, i partecipanti con il genotipo arginina avevano migliorato il controllo dell'asma quando non si utilizza salbutamolo. Al contrario, i partecipanti con il genotipo glicina avevano un miglior controllo dell'asma con trattamento salbutamolo, anche se non con il placebo.

Dei 15 milioni di americani che hanno l'asma, circa 1 su 6 (più di 2 milioni di euro) hanno il genotipo arginina. Inoltre, il genotipo arginina è più diffuso in alcuni gruppi etnici, come gli afro-americani. Attualmente, i test per determinare il genotipo sono disponibili solo in alcune impostazioni di ricerca.

"Chiunque abbia bisogno regolare, uso quotidiano di salbutamolo per il controllo dell'asma dovrebbe essere considerato un farmaco di controllo a lungo termine. I nostri risultati suggeriscono che nei pazienti con genotipo arginina, questo sarà particolarmente importante", ha detto il dottor Elliot Israele di Brigham and Women di Ospedale, autore principale dello studio. "Più lavoro è necessario per stabilire come integrare questi risultati nella pratica clinica. In futuro, i pazienti con il genotipo arginina potrebbe anche essere avvisate di utilizzare un farmaco alternativo mitigatore."

L'asma Education and Prevention Programma Nazionale (NAEPP) raccomanda rapido sollievo farmaci come il salbutamolo per via inalatoria su una base alle necessità per i sintomi acuti di asma. Altri farmaci sintomatici consigliati comprendono anticolinergici per via inalatoria e breve durata d'azione teofillina. Linee guida cliniche NAEPP richiedono un approccio "step-saggio" per la gestione dell'asma, in cui il trattamento viene regolata a seconda della gravità della malattia e la frequenza dei sintomi. I pazienti che hanno sintomi o utilizzano rapido sollievo farmaci più di un paio di volte a settimana, per esempio, dovrebbero aggiungere quotidianamente farmaci di controllo a lungo termine, come i corticosteroidi per via inalatoria o antileucotrienici.

"Questo studio mette in evidenza una delle numerose variabili che svolge un ruolo nel modo in cui un farmaco interesserà un individuo", afferma Dr James Kiley, direttore della Divisione NHLBI di malattie polmonari. «Serve anche come un promemoria di quanto sia importante per gli specialisti di asma per valutare regolarmente come i loro pazienti rispondono ai farmaci in modo che possano modificare il loro regime di droga, se necessario."

NHLBI stabilito il ACRN nel 1993 per condurre più studi clinici, ben progettato per una rapida valutazione delle nuove ed esistenti approcci terapeutici per l'asma e per diffondere i risultati di laboratorio e clinici per la comunità sanitaria. I centri clinici ACRN che hanno partecipato a questo studio sono Brigham and Women Hospital e della Harvard Medical School (Boston), Harlem Lung Center e la Columbia University (New York City), National Jewish Medical and Research Center (Denver), Thomas Jefferson Medical College (Philadelphia ), Università della California a San Francisco, e la University of Wisconsin (Madison). Due dei centri clinici - l'Università della California a San Francisco e l'Università del Wisconsin - ha ricevuto anche il sostegno del Centro Nazionale per la Ricerca Risorse NIH. Il centro di coordinamento dei dati è alla Pennsylvania State University College of Medicine.

In uno studio separato, nuovi ricercatori ACRN stanno studiando se effetti simili si verificano con forme-lunga durata d'azione di farmaci simili al salbutamolo. Questi farmaci, noti come beta-agonisti a lunga durata d'azione, sono sempre più utilizzati in concerto con corticosteroidi inalatori come farmaci di controllo a lungo termine per i pazienti con asma moderata o grave.

Nota: Albuterol e placebo sono stati forniti da Glaxo SmithKline-. Ipratropio bromuro è stato fornito da Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, Inc.

Per intervistare il Dott Kiley, contattare l'Ufficio Comunicazione NHLBI al numero (301) 496-4236. Per intervistare Dr. Israel, contattare il Brigham and Women Hospital del Dipartimento degli affari pubblici al numero (617) 534-1600.

NHLBI è parte del National Institutes of Health (NIH), l'agenzia primaria del governo federale per la ricerca biomedica e comportamentale. NIH è un componente del Dipartimento di Salute e Servizi Umani. NHLBI comunicati stampa, schede tecniche e le risorse su asma si possono trovare online all'indirizzo http://www.nhlbi.nih.gov.

* E Israele, Chinchilli VM, Ford JG, et al., Per il National Heart, Lung, e asma Clinical Research Network Blood Institute. Genotype stratificato prospettico cross-over di prova di Albuterol trattamento regolarmente programmato in asma. Lancet 2004; 364: 1505-1512.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha