Geni, chimica del cervello possono dettare nicotina Cravings

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Chimica del cervello individuale e geni potrebbero essere la chiave per capire perché alcune persone diventano dipendenti dalla nicotina e perché gli effetti del composto chimico sembrano diminuire di notte, Università del Colorado a Boulder ricercatori dire.

"La profondità della dipendenza di una persona di nicotina sembra dipendere la sua unica chimica interna e genetica make-up," ha detto l'autore Jerry Stitzel, un assistente professore del dipartimento di CU-Boulder di fisiologia integrativa e ricercatore all'Istituto di CU-Boulder for Behavioral Genetics.

Egli e la sua squadra indicato per valutare gli effetti della nicotina nel corso di una giornata esaminando topi che potrebbero rendere e "riconoscere" melatonina, un potente ormone e antiossidante, e altri che non poteva. Gli scienziati ritengono che la melatonina, che è prodotto dal buio, dice il nostro corpo quando a dormire.




I ricercatori hanno scoperto che le CU effetti ridotti di nicotina di notte dipendevano dei topi genetica make-up e se i loro cervelli e corpi sono stati in grado di riconoscere la melatonina. Hanno anche scoperto che gli effetti diurne di nicotina erano maggiori quando i livelli di corticosterone ormone dello stress erano alti.

La seconda scoperta potrebbe spiegare perché molti fumatori riferiscono che la prima sigaretta della giornata è la più soddisfacente. Il cortisolo, l'equivalente umano di corticosterone, è a livelli di picco al mattino presto, Stitzel detto.

"Le conseguenze negative sulla salute del fumo sono diventati ben noto, e la grande maggioranza dei fumatori dire che vorrebbero smettere", ha detto Stitzel. "Come tale, abbiamo bisogno di capire l'interazione tra il fumo, i geni e la chimica interna in modo da poter indirizzare nuove terapie per coloro che hanno difficoltà a smettere."

Mentre la ricerca del team potrebbe far luce sul perché la gente fuma e quanto la nicotina li riguardi, Stitzel dice sono necessarie ulteriori ricerche per determinare il ruolo che la melatonina svolge nel modificare gli effetti della nicotina, e se la correlazione tra i livelli di corticosterone superiori e sensibilità la nicotina è una coincidenza.

Stitzel presentato i risultati della sua squadra a San Diego a Neuroscience 2007, una riunione scientifica annuale.

Lo studio CU-Boulder è stato finanziato dal National Institute on Drug Abuse, una parte del National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha