Genoma della peste nera rivela le prove per una pandemia Antique Peste bubbonica

Maggio 26, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In un confronto di oltre 300 ceppi contemporanee di Yersinia pestis, il batterio che causa la peste bubbonica, con antico DNA batterico isolato dalle vittime della peste nera (1347-1351), un team guidato da ricercatori presso l'Università di Tuebingen ottenuto prove suggestive di un focolaio di peste bubbonica in età tardoantica (8 ° al 10 ° secolo dC). Lo studio pubblicato on line 30 novembre in PLoS ONE solleva forti sospetti che la peste di Giustiniano, una pandemia di massa che si pensa di essere in parte responsabile del crollo dell'Impero romano orientale, potrebbe essere stato causato dallo stesso batterio coinvolto nella Nero Morte.

Dopo la ricostruzione iniziale del genoma completo medievale di Y.pestis da un cimitero morte nera a Londra lo scorso anno, i ricercatori dell'Università di Tuebingen usato un pubblicati genoma ampio set di dati da più di 300 moderni ceppi Y.pestis di ricostruire il rapporto di antichi e moderni batteri della peste. A causa dell'età consolidata degli antichi resti sono stati in grado di datare grandi eventi di radiazione nella storia di questo patogeno che sono probabilmente legate alle grandi pandemie nella popolazione umana.

Il confronto dei genomi antichi e moderni ha rivelato che dei 311 ceppi Y.pestis analizzati, 275 traccia la loro ascendenza di nuovo al nero pandemia di morte medievale nella metà del 14 ° secolo, che conferma una precedente analisi di 21 genomi completi peste dagli stessi autori nel 2011. Nel nuovo set di dati più grandi, però, gli autori identificato un gruppo aggiuntivo di 11 ceppi batterici contemporanei che si diramano nella filogenesi Y.pestis tra i secoli 7 ° e 10 °, suggerendo così un evento di radiazione di batteri Y.pestis durante un importante focolaio. Questo periodo di tempo coincide grosso modo con la peste di Giustiniano, che fonti storiche suggeriscono avuto luogo tra il 6 ° e 8 ° secolo dC.




Gli storici hanno a lungo sospettato che la peste di Giustiniano era una pandemia di peste bubbonica, ma fino ad ora poche prove empiriche esistito. Il suggerimento che questa pandemia è stato probabilmente causato anche dalla peste bubbonica era piuttosto inaspettato per i ricercatori come loro analisi precedente, pubblicato nel 2011 non ha mostrato segni di gravi epidemie di peste bubbonica prima della Morte Nera. "La nostra nuova analisi implica che la peste bubbonica potrebbe essere stato un killer già nel tardo impero romano." spiega Krause, un Juniorprofessor presso l'Università di Tuebingen specializzato in Palaeogenetics. "La peste di Giustiniano sembra il miglior candidato per la pandemia in precedenza."

La ricerca è stata finanziata dal CERC e della Facoltà di Medicina presso l'Università di Tubinga.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha