Gli adolescenti obesi hanno danni cardiaci

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Adolescenti obesi senza sintomi della malattia di cuore già danno cardiaco, secondo una nuova ricerca.

I risultati sono stati presentati al Heart Failure Congress 2012, 19-22 MAGGIO, a Belgrado, Serbia. Il Congresso è l'incontro annuale principale dell'Associazione Heart Failure della Società Europea di Cardiologia.

L'obesità è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, e la ricerca precedente ha mostrato che gli adulti obesi sono cambiamenti strutturali e funzionali ai loro cuori. L'attuale studio ha indagato la relazione tra indice di massa corporea (BMI) e la funzione cardiaca negli adolescenti sovrappeso e obesi senza sintomi della malattia di cuore.




Per lo studio, 97 adolescenti sani hanno avuto il loro peso, altezza, circonferenza vita e circonferenza fianchi misurato. BMI e rapporto vita/fianchi sono stati calcolati. Sono stati eseguiti esami del sangue e biochimica e un ecocardiogramma. Sulla base della loro BMI, i pazienti sono stati divisi in tre gruppi: magro (L = 32 pazienti), sovrappeso (Ov = 33 pazienti) e obesi (Ob = 32 pazienti).

Diverse misure di dimensioni del cuore sono state fatte utilizzando le informazioni dal ecocardiogramma. Setto interventricolare e spessore della parete ventricolare sinistra posteriore aumentato BMI aumentato (L: 0,84 + 0,1 cm, Ov: 0.88 + 0,1 centimetri, Ob: 0,96 + 0,1 centimetri, p = 0,001, e L: 0,78 + 0,1 centimetri, Ov: 0.8+ 0,1 centimetri, Ob: 0.94 + 0,1 centimetri, p = 0.001, rispettivamente).

Spessore della parete relativa e indice di massa ventricolare sinistra è aumentato anche in parallelo alla BMI (L: 0.34 + 0.05, Ov: 0.34 + 0.05, Ob: 0.40 + 0.04, p = 0.001, e L: 47.7 + 8.4 g/m2, Ov: 51.9 8,3 g/m2, Ob: 65,2 + 13,3 g/m2, p = 0.001, rispettivamente).

Sono state inoltre effettuate misure della funzione cardiaca. Ventricolare sinistra precoce velocità laterali e del setto diastolica sono stati ridotti solo in adolescenti obesi (L: 15,3 + 3,9 centimetri/s, Ov: 13.6 + 4 cm/s, Ob: 10,5 + 3,4 cm/s, p = 0.001, e L: 12.2 2,3 centimetri/s, Ov: 11.1 + 2,4 cm/s, Ob: 9,8 + 3,1 cm/s, p = 0,003, rispettivamente).

Velocità sistolica sono stati anche solo ridotti in adolescenti obesi (L: 9,2 + 1,4 centimetri/s, Ov: 9.3 + 2,3 cm/s, Ob: 8.04 + 1,5 cm/s, p = 0.018, e L: 9,05 + 2,3 cm/s , Ov: 9 + 2,4 cm/s, Ob: 7,6 + 1,1 cm/s, p = 0.014, rispettivamente).

Diastolica ventricolare sinistra laterale (r = -0.44, p = 0,001) e sistolica (r = -0.29, p = 0,005), velocità correlata con BMI.

Adolescenti obesi senza sintomi della malattia di cuore avevano danneggiato cuori con pareti più spesse. La funzione sistolica e diastolica del loro cuore è stato anche compromessa. Entrambe le misure strutturali e funzionali correlati con BMI. Questi risultati potrebbero spiegare il motivo per cui l'obesità è un rischio per le malattie cardiache.

"Educazione al cibo sano e l'esercizio fisico è necessaria nelle scuole per prevenire l'obesità e le malattie cardiovascolari precoce negli adolescenti", spiega l'autore il professor Gani Bajraktari, professore di medicina interna e cardiologia presso l'Università di Pristina in Kosovo. "Questo è un passo importante nel prevenire l'obesità e le malattie cardiovascolari negli adulti."

Ulteriori studi sono necessari per dimostrare che il danno cardiaco in adolescenti obesi può essere invertito se perdono peso.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha