Gli antidepressivi non possono migliorare tutti i sintomi della depressione, i ricercatori a trovare

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche le persone che mostrano una risposta al trattamento con farmaci antidepressivi chiaro continuano ad avere sintomi come l'insonnia, la tristezza e riduzione della concentrazione, i ricercatori della UT Southwestern Medical Center hanno scoperto dopo aver analizzato i dati del più grande studio sul trattamento della depressione.

"Farmaci antidepressivi ampiamente usati, mentre lavorava nel complesso, perdere questi sintomi. Se i pazienti presentano sintomi residui persistenti, questi individui hanno una elevata probabilità di recupero incompleto", ha detto il dottor Shawn McClintock, assistente professore di psichiatria e autore principale dell'analisi disponibile in stampa questione di aprile del Journal of Clinical Psychopharmacology.

UT Southwestern ricercatori hanno seguito una vasta gamma di sintomi di depressione - tra cui la tristezza, pensieri suicidi, e cambiamenti nei modelli di sonno, appetito/peso, concentrazione, prospettive ed energia/affaticamento - all'inizio del processo e alla fine del ciclo di trattamento antidepressivo.




La ricerca del Dott McClintock dati dal Sequenced Treatment Alternatives usato per alleviare la depressione, o STAR * D studio, il più grande mai sul trattamento del disturbo depressivo maggiore e considerato un punto di riferimento nel campo della ricerca depressione. I sei anni, Istituto Nazionale di Salute Mentale di studio sponsorizzato inizialmente comprendeva più di 4.000 pazienti con disturbo depressivo maggiore dalle cliniche in tutto il paese. Dr. Madhukar Trivedi, professore di psichiatria presso UT Southwestern, è stato co-investigatore principale di STAR * D e un autore di questo documento che ha analizzato i dati.

Tutti i soccorritori hanno riferito da tre a 13 sintomi depressivi residuali, e il 75 per cento dei partecipanti hanno riferito di cinque o più sintomi.

Alcuni dei loro sintomi inclusi insonnia che si verifica nel mezzo della notte (circa 79 per cento); tristezza (quasi il 71 per cento); e riduzione della concentrazione e capacità decisionali (quasi il 70 per cento). Moderatamente insonnia grave midnoctural è stata riportata in circa il 60 per cento dei partecipanti - più di due volte più frequentemente di altri sintomi.

Pensieri di suicidio raramente persistenti o emerse nel corso del trattamento, i ricercatori hanno trovato.

"Alcune persone temono che il farmaco antidepressivo aumenta pensieri di suicidio", ha detto il dottor McClintock. "Questo ha fornito controprova di questo."

I ricercatori nello studio STAR * D ha rilevato che solo il 33 per cento delle persone vanno in remissione nelle prime 12 settimane di trattamento con un farmaco antidepressivo noto come un SSRI o inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina. Tra i farmaci antidepressivi disponibili, SSRI sono i più comunemente prescritto per il trattamento della depressione.

Gli individui di SSRI spesso mostrano ancora i sintomi della depressione. Per una delle prime volte, i ricercatori hanno cercato con questa analisi in un ampio campione per identificare residui sintomi della malattia e se questi sintomi iniziato prima o durante il trattamento.

Dr. McClintock e colleghi hanno esaminato i dati dal 2876 STAR * D partecipanti che hanno completato la prima fase del processo - il trattamento con un SSRI per 12 settimane. Circa il 15 per cento di quelle partecipanti, o 428 persone, ha risposto al trattamento con remissione. La risposta è stata definita come una diminuzione del 50 per cento in gravità della depressione. L'età media dei partecipanti era di 40 anni, il 73 per cento erano bianchi, e il 66 per cento erano di sesso femminile.

Ogni anno circa 19 milioni di adulti in America lotta con la depressione. Le persone con depressione sono spesso ad aumentato rischio di malattie cardiache, il diabete, l'asma e l'obesità. La depressione è costato l'US una cifra stimata di 83 miliardi l'anno.

Il passo successivo, il dottor McClintock ha detto, sarà quello di sviluppare terapie antidepressive più mirate a diminuire i sintomi depressivi, e per meglio comprendere l'associazione tra depressione e concentrazione.

Dr. Trivedi ha detto, "I nostri risultati suggeriscono che l'uso di tecniche di cura fondate su misure per individuare e indirizzare i sintomi depressivi residuali è essenziale per aiutare i pazienti tornare alla normale funzione e recuperare dalla depressione a lungo termine."

UT Southwestern altri ricercatori coinvolti in questo lavoro sono stati il ​​Dr. Mustafa Husain, professore di psichiatria, medicina interna, neurologia e e neurotherapeutics; Dr. David Morris, assistente professore di psichiatria; e il Dr. Diane Warden, professore associato di psichiatria. Dr. A. John Rush, ex di UT Southwestern Medical Center, ora al NUS Graduate Medical School di Singapore, è co-investigatore principale di STAR * D e un autore di questa analisi. Ricercatori provenienti da New York State Psychiatric Institute; Columbia University; l'Università di Pittsburgh; Massachusetts General Hospital, Harvard University; e la University of California, Los Angeles ha anche partecipato.

Lo studio è stato finanziato dal National Institute of Mental Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha