Gli scienziati crescono cartilagine di ricostruire il naso

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 24
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo di ricerca presso l'Università di Basilea in Svizzera, ha riferito che la ricostruzione nasale utilizzando cartilagine ingegnerizzata è possibile. Hanno usato un metodo chiamato ingegneria dei tessuti in cui la cartilagine è cresciuto da cellule dei pazienti. Questa nuova tecnica è stata applicata su cinque pazienti, di età compresa tra 76-88 anni, con difetti gravi sul loro naso dopo l'intervento chirurgico del cancro della pelle. Un anno dopo la ricostruzione, tutti e cinque i pazienti sono stati soddisfatti con la loro capacità di respirare nonché con l'aspetto estetico del loro naso. Nessuno di loro ha riportato effetti collaterali.

Cellule del setto nasale




Il tipo di cancro della pelle non-melanoma valutato in questo studio è più comune sul naso, in particolare l'ala alar del naso, a causa della sua esposizione cumulativa alla luce solare. Per rimuovere completamente il tumore, i chirurghi spesso devono tagliare via parti di cartilagine pure. Solitamente, innesti di ricostruzione sono presi dal setto nasale, l'orecchio o le costole e utilizzati per ricostruire funzionalmente naso. Tuttavia, questa procedura è molto invasiva, dolorosa e può, a causa dell'intervento chirurgico supplementare, portare a complicazioni nel sito di escissione.

Insieme ai colleghi della University Hospital, il team di ricerca del Dipartimento di Biomedicina dell'Università di Basilea ha ormai sviluppato un approccio alternativo utilizzando tessuto cartilagineo ingegnerizzato cresciuto da cellule di setto nasale dei pazienti. Hanno estratto una piccola biopsia, isolato le cellule della cartilagine (condrociti) e moltiplicati. Le cellule espanse sono state seminate su una membrana di collagene e coltivate per due settimane supplementari, generando cartilagine 40 volte la dimensione della biopsia originale. Gli innesti sono stati ingegnerizzati poi sagomati secondo il difetto sulla narice e impiantato.

Nuove possibilità di ricostruzione facciale

Secondo Ivan Martin, professore di ingegneria dei tessuti presso il Dipartimento di Biomedicina presso l'Ospedale Universitario e l'Università di Basilea, "La cartilagine ingegnerizzata avuto risultati clinici paragonabili alla chirurgia standard attuale. Questa nuova tecnica potrebbe aiutare il corpo ad accettare il nuovo tessuto meglio e per migliorare la stabilità e la funzionalità della narice. Il nostro successo si basa sulla lunga data, l'integrazione efficace a Basilea tra il nostro gruppo sperimentale presso il Dipartimento di Biomedicina e delle discipline chirurgiche presso l'Ospedale Universitario. Il metodo apre la strada all'utilizzo cartilagine progettato per ricostruzioni più impegnativi in ​​chirurgia facciale, come il naso completo, palpebra o l'orecchio. "

Gli stessi innesti ingegnerizzate sono attualmente in fase di sperimentazione in uno studio parallelo per articolare la riparazione della cartilagine nel ginocchio. Nonostante le prospettive ottimistiche, l'uso di tali procedure nella pratica clinica è ancora piuttosto lontana. "Abbiamo bisogno di una rigorosa valutazione di efficacia sulle grandi coorti di pazienti e lo sviluppo di modelli di business e paradigmi di produzione che garantiscano costo-efficacia", dice Martin.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha