Gli scienziati mappa suscettibilità al diabete di tipo 2

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La ricerca condotta presso l'Università Ebraica di Gerusalemme ha fornito la prima prova dei fattori di rischio molecolari che portano al diabete di tipo 2, che fornisce un segnale di "allarme rapido", che potrebbe portare a nuovi approcci per il trattamento di questa e di altre patologie umane.

Nonostante le ampie ricerche sulle basi molecolari per la varianza della sensibilità tra le persone a malattie comuni, il soggetto è ancora poco conosciuta. Un primo esempio di questo è il diabete di tipo 2 (T2D), un disturbo umano molto diffuso.

Che cosa caratterizza la suscettibilità a questa malattia?




Variazioni epigenetiche - che sono piccoli segni molecolari sovrapposti sulla struttura del DNA - sono stati spesso ipotizzato di modificare predisposizione, ma prova diretta mancava.

Ora, un gruppo di ricerca guidato dal Dr. Asaf Hellman dell'Istituto della Hebrew University of Medical Research Israele Canada ha sviluppato un nuovo, più fasi, il design studio che ha coinvolto l'analisi di malattie contribuendo variazioni epigenetiche tra centinaia di pazienti e individui di controllo.

La ricerca è stata presentata in una conferenza scientifica presso l'Università di Cambridge Genomic Center e stato recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Human Molecular Genetic.

L'assunzione di un innovativo direzione di ricerca, il team di ricerca dell'Università di Gerusalemme ha deciso di mappare le variazioni di metilazione del DNA, piuttosto che variazioni di sequenza del DNA, come è stato tradizionalmente fatto. Il team ha condotto uno studio proof-of-concept fra 1.169 pazienti affetti da diabete di tipo 2 e di controlli non diabetici. I risultati hanno dimostrato le capacità uniche di questo approccio di ricerca romanzo rivelando una chiara, malattia predisponente DNA firma metilazione. Si tratta di una prima relazione nella letteratura scientifica di fattori di rischio per la T2D epigenetico.

La metilazione del DNA è un meccanismo naturale usato per regolare i geni e proteggere DNA da alcuni tipi di scissione. È uno dei processi di regolazione che sono indicati come epigenetica, in cui una alterazione dell'espressione genica avviene senza un cambiamento nella sequenza nucleotidica del DNA. Difetti in questo processo causano diversi tipi di malattie che affliggono gli esseri umani.

Il metodo utilizzato da Hellman è stato sviluppato durante l'allenamento post-dottorato presso l'Università di Harvard Medical School. Più tardi, i suoi studenti ricercatori della Hebrew University, Gidon Tperoff e Dvir Aran, ulteriormente sviluppate in un efficiente metodo di mappatura di tutto il genoma.

La mappatura è stata condotta sui siti di metilazione in collaborazione con il Prof. Benjamin Glaser, capo del Dipartimento di Endocrinologia e Metabolismo presso la Hebrew University-Hadassah Medical School e ricercatore principale della genetica T2D, e con ricercatori chiave aggiuntive, tra cui i professori Jeremy Kark e Yechiel Friedlander dalla Braun Hebrew University-Hadassah School of Public Health e Medicina di Comunità, il Prof. Julio Wainstein dalla Wolfson Medical Center, e il Prof. Ephrat Levy-Lahad dal Medical Center Shaare Zedek.

Questa analisi ha rivelato non solo, per la prima volta, una chiara firma epigenetica in T2D, segnature metilazione rivelatore sono stati anche dimostrato di apparire sul DNA di individui giovani che quest'ultimo metabolismo del glucosio sviluppata, anche prima della comparsa delle manifestazioni cliniche diabetici .

Questi risultati gettano nuova luce sul meccanismo di predisposizione individuale a T2D e spianare la strada per la CHIARIRE di meccanismi simili in una lunga lista di malattie umane comuni, tra cui molti metaboliche, autoimmuni e disturbi psichiatrici.

Dato che segnali epigenetici sono sensibili a una vasta gamma di indizi ambientali, comprese le diete, esposizioni chimiche, ambienti intrauterine, e anche di farmaci terapeutici, questi constatazione può aprire la strada allo sviluppo di nuovi prevenzione e/o intervento terapie epigenetiche.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha