Gli scienziati mettono in discussione la designazione di alcune malattie emergenti

Giugno 6, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I virus Ebola, Marburg e Lassa sono comunemente noti come le malattie emergenti, ma gli scienziati che conducono dicono questi virus letali sono state utilizzate per secoli.

In una prospettiva del 9 novembre della rivista Science, i ricercatori, tra cui un professore presso l'Università del Texas Health Science Center a Houston (UTHealth) dicono che sarebbe più opportuno fare riferimento a questi virus come diagnosi emergenti.

"Gli agenti infettivi sono stati individuati intorno alla metà del 20 ° secolo, ma questo non significa che fossero di nuovo", ha detto Joseph McCormick, MD, uno degli autori della prospettiva e decano regionale della University of Texas School of Public Health Brownsville autori Campus regionale, che fa parte del UTHealth. "Alcuni dei virus, compresi Lassa e Ebola, sono stati in giro per migliaia di anni."




I virus irrompono sulla scena nel 1960, quando i focolai aree di Africa occidentale e centrale decimati. I virus possono causare febbre emorragica, una condizione caratterizzata da emorragie, shock, vomito e diarrea. In casi gravi, il tasso di mortalità può raggiungere il 90 per cento.

Questi virus prosperano in animali - non umani. Ma le persone possono ottenere i virus se vengono a contatto con animali infetti o sono esposti a liquidi o tessuti infettati da virus. Le persone infette sono moderatamente contagiosi con la trasmissione da persona a persona solo attraverso il contatto diretto con i fluidi infettive come il sangue o nelle urine. I pazienti con virus Lassa possono essere trattati con successo con farmaci antivirali.

Con l'aiuto di studi epidemiologici, ecologiche e genetiche, i ricercatori hanno scoperto che queste febbri emorragiche virali sono endemiche in diverse aree dell'Africa. E, i virus Ebola sono endemiche in altre parti del globo.

"La famiglia Arenavirus di virus che si verificano su molti continenti, di cui il virus africano Lassa è membro, è una antica famiglia di virus che si sono probabilmente evoluti insieme ai loro ospiti roditori corso di milioni di anni", ha detto McCormick, ex capo della Special Pathogens Filiale dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Così che cosa avrebbe designare i virus come emergenti diagnosi significa?

"Significa che questi virus sono agguato come virus enzootica per l'ambiente e che la loro 'scoperta' ha riguardato la capacità scientifica per fare la diagnosi piuttosto che la loro 'emergenza,' '', ha detto McCormick." Tuttavia, ciò significa anche che abbiamo ora anche sapere di più circa i rischi di incontrare loro e quindi, come identificare coloro che possono essere a rischio di infezione. "

Ha detto che la designazione potrebbe aiutare nella diagnosi. "Ora che abbiamo capito di più sulle loro nicchie ecologiche e distribuzione geografica, sappiamo di più su come evitarli. Sappiamo anche di più su come essi causano malattie e possiamo essere in grado di migliorare il trattamento e cercare vaccini. Tutte queste informazioni porterà ad un approccio più proattivo per il rilevamento e la prevenzione ", ha detto McCormick. "I test anticorpali permettono ora i funzionari della sanità pubblica per misurare l'esposizione del pubblico a questi virus."

Con queste informazioni, McCormick, il James H. Steele Professore di Epidemiologia presso la Scuola UT of Public Health, ha detto funzionari della sanità pubblica potrebbero sviluppare strategie per la prevenzione e la mitigazione delle epidemie che hanno caratterizzato questi virus in passato.

McCormick ha detto che con la facilità e la rapidità di trasporto globale, è importante anche per gli operatori sanitari in altre parti del mondo, di familiarizzare con i segni e sintomi. "I sintomi nelle fasi iniziali sono febbre, mal di testa e nausea e possono essere facilmente mal diagnosticato come l'influenza", ha detto McCormick, aggiungendo che i medici devono chiedere la storia di viaggio di pazienti febbrili.

McCormick è uno dei maggiori esperti al mondo sui virus Ebola e Lassa. Inoltre ha condotto la prima indagine di HIV in Africa ed è il ricercatore che ha isolato il più antico ceppo di HIV, che viene raccontato nel libro, "Livello 4: cacciatori di virus del CDC", di cui è co-autore con Susan Fisher-Hoch, MD Lei è un professore di epidemiologia presso la Scuola UT di Campus Brownsville sanità pubblica regionale. McCormick e Fisher-Hoch anche sulla facoltà della University of Texas Graduate School di Scienze Biomediche a Houston.

Hanno contribuito a questo articolo includono Stephen Gire, Matthew Stremlau, Ph.D., Kristian G. Andersen, Ph.D., Stephen Schaffner, Ph.D., Zach Bjшrnson, Kathleen Rubins, Ph.D., Lisa Hensley, Ph. D., Eric S. Lander, Ph.D., Robert Garry Jr., Ph.D., Christian Happi, Ph.D., e Pardis Sabeti C., MD, Ph.D.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha