Gli scienziati riattivare cellule immunitarie esaurite dall'HIV cronica

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati del National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID), parte del National Institutes of Health, hanno dimostrato perché alcune cellule immunitarie cronicamente esposti all'HIV spegnere, e come possono essere riattivati.

Le cellule sane B hanno un mix equilibrato di proteine ​​di superficie che il sistema immunitario può utilizzare, come il pedale del gas e del freno di una macchina, o per attivare la cella o per smorzare la sua attività. Tuttavia, nelle persone con infezione da HIV-lungo termine che non hanno iniziato la terapia antiretrovirale, le cellule B - responsabili della produzione di anticorpi anti-HIV - visualizzare un surplus di recettori inibitori, le proteine ​​di superficie utilizzate per frenare su una cellula B . Gli scienziati del Laboratorio di NIAID Immunoregulation guidato da Lela Kardava, Ph.D., Susan Moir, Ph.D., e Anthony S. Fauci, MD, NIAID Direttore e Direttore del laboratorio, volevano sapere se questo fenomeno può aiutare a spiegare perché le cellule B diventano "esaurito" e sostanzialmente chiudere in persone che sono HIV-infetti, ma il trattamento naive.

Per testare la loro ipotesi, gli scienziati hanno usato molecole chiamate piccoli RNA interferenti (siRNA), che ha agito a livello genetico per evitare che le cellule B scariche dal reintegro recettori inibitori. Dopo il trattamento con siRNA, le cellule esauste risposto più normalmente a condizioni che tipicamente potrebbero stimolare una cellula B in azione, come la presenza di un virus, dimostrando che l'eccesso di recettori inibitori può spiegare perché le cellule B esaurite sono così insensibile.




Poiché le cellule B sono generalmente difficili da manipolare, il nuovo approccio basato siRNA-può tenere promessa per gli scienziati che cercano di sviluppare terapie per migliorare la risposta anticorpale umana contro l'HIV e di altri agenti patogeni alterando l'espressione di specifici geni cellule B.

La ricerca è pubblicata sul Journal of Clinical Investigation.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha