Gli scienziati sottolineano passi verso il vaccino a virus di Epstein-Barr

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 94
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Virus di Epstein-Barr (EBV) infetta nove persone su dieci in tutto il mondo ad un certo punto durante la loro vita. Infezioni in prima infanzia spesso non causano sintomi della malattia, ma le persone infette durante l'adolescenza o età adulta possono sviluppare la mononucleosi infettiva, una malattia caratterizzata da gonfiore dei linfonodi, febbre e grave affaticamento. EBV è anche associato con diversi tipi di cancro, tra cui linfoma di Hodgkin e lo stomaco e tumori nasali.

Organo pazienti trapiantati e le persone con infezione da HIV (che si infettano con o che già sono infettati con EBV) anche possono sviluppare tumori EBV-associati. Non esiste un vaccino per prevenire l'infezione da EBV e non c'è modo per i medici di prevedere se una persona con infezione da EBV svilupperà il cancro associata al virus.

In un nuovo articolo dal National Institutes of Health (NIH), Anthony S. Fauci, MD, direttore dell'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), e Harold Varmus, MD, direttore del National Cancer Institute (NCI) , unire Gary Nabel, MD, Ph.D., direttore del Vaccine Research Center del NIAID, e Jeffrey Cohen, MD, capo del Laboratorio di NIAID di Malattie Infettive, nel riassumere una recente riunione di esperti che si sono riuniti per mappare le indicazioni per un vaccino contro l'EBV. Sebbene non sia possibile creare un vaccino che impedisce completamente l'infezione da EBV, gli autori noti, osservazioni cliniche e risultati di studi clinici di un vaccino EBV sperimentali suggeriscono che potrebbe essere possibile creare un vaccino EBV grado di prevenire le malattie che talvolta seguire da EBV.




Le priorità per la ricerca futura includono la determinazione che le risposte del sistema immunitario alla vaccinazione correlano con la protezione da infezioni o malattie; identificare marcatori biologici che consentano ai medici di prevedere lo sviluppo di tumori EBV-correlati; e stabilire collaborazioni tra gli scienziati del governo, accademico e del settore per migliorare ulteriormente un vaccino sperimentale EBV e per stimolare lo sviluppo di vaccini EBV di seconda generazione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha