Gli sforzi per combattere la polmonite tra i 15 paesi ad alto gravata inferiori degli obiettivi consigliati

Maggio 14, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un Report Card Polmonite rilasciato 12 novembre dalla International Vaccine Access Center (IVAC) per conto della Coalizione Globale contro la polmonite infantile rivela dove sono necessari sforzi urgenti per raggiungere livelli target di copertura per gli interventi salva-vita che possono prevenire, proteggere e trattamento di polmonite nei bambini.

La polmonite è assassino infettiva leader mondiale dei bambini, prendendo le vite di quasi 1,6 milioni di bambini sotto i cinque anni ogni anno - più di AIDS, malaria e morbillo messi insieme. Il Report Card Polmonite valuta gli sforzi di prevenzione di polmonite, di protezione e trattamento dei 15 paesi con il maggior numero di morti polmonite bambino contro gli obiettivi di intervento polmonite stabiliti nel piano d'azione globale per la prevenzione e il controllo di polmonite (GAPP), rilasciato da OMS e UNICEF nel 2009. Secondo GAPP, fino a due terzi delle morti polmonite bambini potrebbero essere evitate se almeno il 90 per cento dei bambini ha avuto accesso ad alcune semplici, interventi efficaci polmonite.

I 15 paesi valutati nella Report Card - tra cui Afghanistan, Angola, Bangladesh, Burkina Faso, Cina, Repubblica Democratica del Congo, Etiopia, India, Indonesia, Kenya, Niger, Nigeria, Pakistan, Tanzania e Uganda - sono responsabili quasi tre quarti di tutti i decessi polmonite. I bambini in questi paesi sono ovunque 17-400 volte più probabilità di morire di polmonite di un bambino che vive negli Stati Uniti.




Il Report Card fornisce un punteggio totale per ciascun paese da valutare i dati sulle sette interventi chiave individuate da GAPP: misure di prevenzione, tra cui l'uso di morbillo, pertosse, pneumococco e Hib, rispettivamente; misure di protezione, inclusi i tassi di allattamento esclusivo al seno nei primi sei mesi di vita; e il trattamento, vale a dire il tasso di bambini con sospetta polmonite essere portato in una struttura sanitaria e dei bambini con polmonite che ricevono un trattamento con antibiotici. Mentre il GAPP ha raccomandato che tutti i paesi raggiungano una copertura per cento 90 di questi interventi entro il 2015 al fine di raggiungere gli obiettivi Obiettivi di sviluppo del Millennio per la sopravvivenza dei bambini, il Report Card ritiene che i punteggi paese vanno da un massimo del 61 per cento a un minimo del 23 per cento su questi misure combinate - tutti ben al di sotto degli obiettivi GAPP.

"Per la prima volta in assoluto, abbiamo un rapporto di monitoraggio progresso globale contro la polmonite, il principale killer dei bambini in tutto il mondo. Sono ottimista sul fatto che il rapporto contribuirà a concentrare gli sforzi per migliorare la copertura e salvare milioni di vite", ha detto Orin Levine, Executive direttore del Vaccine Access Center International (IVAC) alla Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins. "Molti dei paesi più colpiti in programma di introdurre nuovi vaccini polmonite, si stanno espandendo la gestione dei casi su base comunitaria e hanno piani ambiziosi per il rafforzamento dei sistemi sanitari. Andando dalla progettazione alla realizzazione richiede finanziamenti e costante attenzione del pubblico per la polmonite. I nostri figli meritano niente di meno. "

Vaccini sicuri ed efficaci per fornire protezione contro le cause primarie di morte polmonite. Il Report Card dimostra che, mentre alcuni vaccini polmonite come il morbillo e pertosse sono già in uso diffuso, nuovi vaccini contro l'Hib polmonite e le infezioni da pneumococco non sono ancora state adottate in tutti i paesi. Con il sostegno della GAVI Alliance, quasi tutti questi paesi si prevede di aumentare la copertura di vaccini esistenti, nonché di introdurre Hib e vaccini contro lo pneumococco, nei prossimi cinque anni. Per morbillo e vaccini contro la pertosse, la copertura è generalmente compreso tra 60-90 per cento, che presta promessa l'aspettativa che la copertura può rapidamente salire a questi livelli per l'Hib e vaccini coniugati pneumococco.

"Ogni 20 secondi un bambino muore di polmonite. Questo è 4.300 giovani vite perse ogni giorno, e quasi tutti quelli sono bambini provenienti da paesi in via di sviluppo. Siamo in grado di prevenire questa tragedia", ha detto Helen Evans, agendo CEO della GAVI Alliance. ", Vaccini efficaci sicure esistono che possono salvare vite umane e anche impostare altri milioni di bambini nei paesi più poveri del mondo per un sano inizio di vita. Con la volontà politica, possiamo finanziare questi vaccini e altre misure per trasformare la marea contro la polmonite."

In generale, i livelli di copertura per gli interventi di protezione e di trattamento - tra cui l'allattamento al seno e il trattamento con antibiotici - tendono ad essere inferiori a copertura di vaccinazioni, a dimostrazione che sono urgentemente necessari nuovi sforzi per aumentare questi livelli. L'allattamento al seno esclusivo - l'intervento chiave per proteggere contro la polmonite in GAPP - è caratterizzata da livelli di copertura sub-ottimali che vanno da <10 per cento al 60 per cento nei 15 paesi con più alto carico di malattia di polmonite. Interventi per il trattamento di polmonite nei paesi pagella anche cade lontano di sotto dei livelli obiettivo GAPP, solo <10 per cento al 50 per cento dei bambini infetti trattati con antibiotici.

"Raggiungere ogni bambino con antibiotici salvavita è realizzabile e conveniente. Lavorare con gli operatori sanitari e governi di tutto il mondo, Save the Children sta aiutando assicurare che ogni bambino che ha bisogno di cure riceve", ha detto Mary Beth Powers, Direttore di Save the di bambini Campagna per Newborn and Child Survival. "Insieme, siamo in grado di salvare la vita di milioni di bambini."

Sulla base delle informazioni esistenti, questa Report Card dimostra che gli aumenti di copertura di tutti gli interventi GAPP sono urgentemente necessari. Con il sostegno della GAVI Alliance, introduzioni di Hib e vaccini coniugati pneumococco dovrebbero verificarsi nei prossimi cinque anni in quasi tutti questi paesi.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha