Gli steroidi possono ridurre degenza per i pazienti polmonite

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti con polmonite possono trascorrere meno giorni in ospedale se sono dati steroidi con antibiotici e terapia di supporto. Questo è il risultato di un'analisi Mayo Clinic di otto studi clinici randomizzati controllati che hanno coinvolto più di 1.100 pazienti. I risultati appaiono nel numero di marzo del Journal of Medicine Hospital.

"Dato che la permanenza media in ospedale per polmonite acquisita in comunità può variare da nove a 23 giorni, la prospettiva di accelerare il recupero, anche per un giorno o due, è utile," dice il co-autore M. Rizwan Sohail, MD, un Mayo specialista in malattie infettive.

La polmonite è una grave rischio per la salute, in particolare negli anziani, i giovanissimi e quelli con malattie polmonari croniche. Cinque per cento al 15 per cento dei pazienti muore a causa della polmonite, a seconda della sua gravità e il trattamento somministrato, studi recenti segnalano.




Mayo ricercatori recensione otto studi clinici condotti dal 2000 al 2011. La maggior parte della ricerca ha studiato i pazienti tra i 60 e 80. Anche se l'uso di steroidi non ha impedito le morti, per coloro che sono sopravvissuti alla polmonite, ha ridotto la loro degenza in media di 1,21 giorni.

I ricercatori dicono che, mentre i risultati sono significativi, i dati non erano abbastanza forti per loro di raccomandare l'uso di routine di steroidi per i pazienti polmonite; è necessaria più di studio. Essi aggiungono che continuare steroidi pazienti possono essere già assumendo è ragionevole.

Lo studio è stato condotto da Majid Shafiq, MD, un ex ricercatore della Mayo Clinic attualmente presso la Johns Hopkins University.

Uno studio simile, ma non collegati da R.C. Khan, MD, coinvolgendo ricercatori della Mayo Clinic e di altre istituzioni, ha trovato che l'uso di alcuni farmaci ipolipemizzanti, comunemente indicato come statine, possono avere un ruolo nel ridurre il rischio di sviluppare polmonite acquisita in comunità e la mortalità associate. Questo studio, pubblicato il mese scorso in PLoS ONE, ha esaminato 18 studi clinici. La prova è stata considerata meno affidabile a causa di problemi di progettazione, pregiudizi e di altri fattori di studi originali.

La vaccinazione rimane lo strumento più potente per la prevenzione dell'infezione, dicono i ricercatori. I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie raccomanda che tutti gli adulti di 65 o più anziani dovrebbero ricevere il vaccino polmonite e che chiunque 19 o più anziani con fattori di rischio come immunodeficienza o malattia polmonare cronica anche dovrebbero farlo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha