Gli uomini che esercitano meno più probabilità di svegliarsi di urinare

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli uomini che sono fisicamente attivi sono a minor rischio di nicturia (svegliarsi di notte per urinare), secondo uno studio condotto da un Loyola University Chicago Stritch School of Medicine ricercatore.

Lo studio condotto da Kate Wolin, ScD, e colleghi è stato pubblicato online prima della stampa in Medicine & Science in Sports & Exercise, la rivista ufficiale della American College of Sports Medicine.

Nicturia è il sintomo tratto più comune e fastidioso urinario inferiore negli uomini. Può essere a causa di un ingrossamento della prostata noto come iperplasia prostatica benigna (BPH) - come la prostata ingrandisce, può comprimere giù sul uretra. Altre cause sono la sovrapproduzione di urina, la capacità della vescica bassa e disturbi del sonno. Nicturia aumenta con l'età, ed è stimato in oltre il 50 per cento degli uomini di 45 e più anziani.




Wolin e colleghi hanno analizzato i dati di un ampio studio clinico in corso chiamato il Prostate, Lung, Colorectal e Ovarian Cancer Screening Trial (PLCO). Uomini di età 55-74 erano eleggibili per il processo. Lo studio comprendeva domande sui risultati BPH connessi, tra cui ingrossamento della prostata, elevati livelli di PSA e nicturia. PLCO ha anche chiesto uomini circa l'attività fisica e altri fattori di stile di vita.

L'analisi di Wolin comprendeva 28.404 uomini nel processo PLCO che aveva esiti BPH prima di iscriversi nello studio (gruppo prevalente) e 4.710 uomini che avevano di recente sviluppo BPH (gruppo incidente).

Tra gli uomini del gruppo incidente, quelli che erano fisicamente attive una o più ore alla settimana sono stati il ​​13 per cento meno probabilità di relazione nicturia e il 34 per cento meno probabilità di relazione nicturia gravi poi uomini che hanno segnalato alcuna attività fisica. (Nicturia è stata definita come veglia due o più volte durante la notte per urinare; grave nicturia è stata definita come veglia tre o più volte per urinare.)

"In combinazione con altre strategie di gestione, l'attività fisica può fornire una strategia per la gestione dei risultati BPH, in particolare a nicturia," Wolin e colleghi hanno scritto.

Ci sono diversi possibili meccanismi attraverso cui l'attività fisica può proteggere contro nicturia, tra cui la riduzione delle dimensioni del corpo, migliorare il sonno, riducendo l'attività del sistema nervoso simpatico e abbassando i livelli di infiammazione sistemica.

Studi futuri dovrebbero esplorare l'attività fisica come una potenziale strategia di gestione dei sintomi ", con particolare attenzione alla dose di attività fisica necessaria ei meccanismi che potrebbero essere alla base l'associazione," Wolin e colleghi hanno scritto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha