Gli uomini ignari del loro rischio di cancro quando i parenti femminili test positivo per BRCA Mutazione

Aprile 24, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uomini cui madri, sorelle o figlie test positivo per una mutazione del gene che causa il cancro hanno anche un rischio maggiore di sviluppare la malattia, ma non sono a conoscenza di tale rischio. Questa è la conclusione di uno studio presso Fox Chase Cancer Center di esplorare come le famiglie a comunicare i risultati dei test genetici.

Come i loro parenti di sesso femminile, padri, figli o fratelli possono anche ospitare una mutazione nei geni BRCA 1 o 2. Portatori maschi di queste mutazioni, più comunemente chiamati "geni del cancro al seno", affrontare un 14 per cento il rischio corso della vita di cancro alla prostata sviluppo nonché un 6 per cento rischio di sviluppare il cancro al seno.

"Nonostante queste implicazioni per la salute, abbiamo trovato una mancanza di comprensione dei risultati dei test genetici tra gli uomini in queste famiglie", ha detto Mary B. Daly, MD, Ph.D., vice presidente senior per la scienza popolazione a Fox Chase e autore principale la nuova ricerca ha recentemente presentato al San Antonio Breast Cancer Symposium.




Daly ei suoi colleghi hanno intervistato 24 uomini, ciascuno con un parente di primo grado di sesso femminile che sono risultati positivi per avere una mutazione BRCA1 o BRCA2. Le donne hanno riferito dicendo i risultati del loro risultato della prova genetica al parente maschio nello studio, anche se solo 18 degli uomini ricordano ricevere i risultati.

Daly ha detto ciò che hanno imparato dimostra un livello di distanza cognitiva ed emotiva che gli uomini esperienza dal processo di test genetici.

Quasi la metà degli uomini (sette) che ricordavano ricevere risultati non credevano che i risultati dei test aumentato il proprio rischio di cancro. Solo cinque (28 per cento) potrebbe identificare correttamente la loro possibilità di essere un portatore di mutazione.

"Dedichiamo una notevole quantità di tempo per imparare il modo migliore per comunicare i risultati dei test genetici per le donne, ma questo studio dimostra dobbiamo anche aiutarli a comunicare le informazioni ai loro membri maschi della famiglia che possono essere influenzate dai risultati del test," ha concluso Daly.

Quattordici dei 18 uomini che ricordavano ricevere i risultati espresso un certo livello di preoccupazione per il significato del risultato del test, ma la maggior parte (11) diretto la loro preoccupazione nei confronti degli altri membri della famiglia, soprattutto le figlie e sorelle.

"In base alle risposte, non siamo stati sorpresi di apprendere che il livello di interesse per test genetici è relativamente basso. Dei sei uomini che hanno fatto espresso interesse, la metà ha detto che avrebbero fatto per il bene dei loro figli."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha