Grande studio mostra tassi di abuso di sostanze maggiore in adolescenti con ADHD

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio pubblicato online sul Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry ha evidenziato una prevalenza significativamente più elevata di abuso di sostanze e l'uso di sigarette da adolescenti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) storie che in quelli senza ADHD. I ricercatori della University of Pittsburgh School of Medicine e sei altri centri sanitari in tutti gli Stati Uniti hanno anche scoperto che, contrariamente alle precedenti risultati, i farmaci attuali per l'ADHD non contrastare il rischio di abuso di sostanze e la sostanza uso disturbo (SUD) tra gli adolescenti.

Questo studio è il primo ad esaminare l'abuso di sostanze adolescenti e il trattamento per l'ADHD in un ampio campione multi-site. E 'anche il primo a riconoscere che un maggiore uso di sigarette in adolescenti con storie ADHD comunemente si verifica con l'uso di altre sostanze come alcol e marijuana.

"Questo studio sottolinea l'importanza del rischio di abuso di sostanze sia per i ragazzi e le ragazze con ADHD infanzia", ​​ha detto Brooke Molina, Ph.D., professore di psichiatria e psicologia presso l'Università di Pittsburgh School of Medicine e autore principale del rapporto. "Questi risultati sono anche la prova più forte fino ad oggi l'associazione tra farmaci per l'ADHD e abuso di sostanze adolescenti."




I ricercatori hanno studiato quasi 600 bambini per un periodo di otto anni dall'infanzia attraverso l'adolescenza per verificare l'ipotesi che i bambini con ADHD hanno aumentato il rischio di uso di sostanze e l'abuso o di dipendenza in età adolescenziale. Molina e colleghi hanno anche esaminato sostanze modelli di abuso, gli effetti dei farmaci per l'ADHD nel tempo, e il rapporto tra farmaci e uso di sostanze.

I risultati hanno mostrato:

• Quando gli adolescenti sono una media di 15 anni, il 35 per cento di quelli con storia di ADHD segnalato tramite una o più sostanze, rispetto a solo il 20 per cento dei ragazzi, senza storie ADHD.

• Il dieci per cento del gruppo ADHD incontrato i criteri per un abuso di sostanze o disturbo di dipendenza, il che significa che sperimentato notevoli problemi dal loro uso della sostanza, rispetto a solo il 3 per cento del gruppo non-ADHD.

• Quando gli adolescenti sono stati una media di 17 anni, la marijuana era particolarmente problematico con il 13 per cento contro il 7 per cento dei gruppi, rispettivamente ADHD e non-ADHD, con l'abuso di marijuana o di dipendenza.

• Ogni giorno il fumo di sigaretta è stato molto elevato a 17 per cento del gruppo ADHD, un tasso significativamente più alto rispetto alle stime nazionali per questa età. Il tasso di fumatori di adolescenti non-ADHD è stato solo l'8 per cento.

• L'uso di alcol è stato elevato in entrambi i gruppi, evidenziando la sua evento comune per gli adolescenti in generale.

• i tassi di abuso di sostanze non erano differenti per i bambini che erano ancora in trattamento con il farmaco ADHD rispetto ai bambini che non erano.

Gli autori hanno notato la constatazione importante che i tassi di abuso di sostanze sono stati gli stessi in adolescenti ancora assunzione di farmaci e in quelli non più sul farmaco, anche dopo aver considerato diversi fattori che potrebbero causare l'uso di farmaci adolescenti. Essi hanno rilevato che questi risultati suggeriscono la necessità di individuare approcci alternativi alla sostanza prevenzione dell'abuso e di trattamento per i ragazzi e le ragazze con ADHD.

"Stiamo lavorando duramente per capire le ragioni per cui i bambini con ADHD hanno un aumentato rischio di abuso di droghe. La nostra ipotesi, in parte sostenuti dalla nostra ricerca e quella degli altri, è che fare impulsivo decisionale, scarso rendimento scolastico, e difficoltà a fare amicizie sane contribuiscono ", ha aggiunto Molina.

"Alcune di queste è biologicamente guidato perché sappiamo che l'ADHD corre nelle famiglie. Tuttavia, analogamente alla gestione della pressione alta o l'obesità, ci sono cose che non medici che possiamo fare per diminuire il rischio di un cattivo risultato. Come ricercatori e professionisti, abbiamo bisogno di fare un lavoro migliore di aiutare i genitori e le scuole affrontano questi fattori di rischio che sono così comuni per i bambini con ADHD. "

Collaboratori di questo studio comprendono Stephen P. Hinshaw, Ph.D., della University of California, Berkeley; Eugene Arnold, M.D., della Ohio State University; James M. Swanson, Ph.D., della University of California, Irvine; William E. Pelham, Ph.D., Florida International University; Lily Hechtman, M.D., della McGill University; e altri.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha