Grave ipoglicemia è raro Dopo Islet Transplantation

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il trapianto Inislet interpretato dai centri, gruppi ofinsulin-produzione di cellule, chiamate isole, sono estratti da un donorpancreas e infuso in vena porta del fegato del destinatario. Ina trapianto di successo, le isole diventano incorporato nel fegato andbegin produrre insulina. Trapianto di isole (http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/pancreaticislet/index.htm)is una procedura sperimentale riservato per le persone con diabete grave di tipo orcomplicated 1. A causa dei rischi connessi con islettransplantation, i pazienti selezionati per la procedura sono stati quelli che hanno maggiore necessità hadthe e il potenziale di beneficio, come quelli con ahistory di ipoglicemia inconsapevolezza.

Il diabete di tipo 1, whichaffects fino a 1 milione di persone negli Stati Uniti, si sviluppa quando thebody del sistema immunitario distrugge le cellule beta produttrici di insulina di thepancreas. Questa forma di diabete di solito colpisce i bambini e youngadults, che hanno bisogno di diverse iniezioni di insulina al giorno o un tosurvive microinfusore. L'insulina non è una cura, però. Alla fine, la maggior parte delle persone withtype 1 diabete sviluppano una o più complicanze della malattia, compresi i danni a cuore e dei vasi sanguigni, occhi, nervi, andkidneys.




La maggior parte delle persone con diabete di tipo 1 conoscono i segni di lowblood glucosio e adottare misure per contrastare la loro prima dipsfurther glucosio e porta ad una perdita di coscienza. Tuttavia, alcuni Pazienti con fragili o difficili da controllare il diabete, che non possono percepire thattheir glucosio nel sangue è troppo basso, può perdere coscienza ovunque andwithout avvertimento. Quasi tutti i pazienti che hanno ricevuto un trapianto hanno avuto episodi severehypoglycemia che richiedono l'aiuto di un'altra persona, prima thetransplant, ma tali eventi sono molto rari l'anno dopo asuccessful trapianto, il CITR rapporti. Un infuso di isolotti, thoughnot sempre sufficiente a mantenere la glicemia nel range di normalità, generallylowered fabbisogno insulinico e gli episodi di grave bassa bloodglucose alleviata nella maggior parte dei pazienti.

Un anno dopo l'ultima infusione, 58percent dei destinatari aveva più di iniettare l'insulina. Coloro che stillneeded insulina un anno dopo la loro ultima infusione ha avuto un 69 percentreduction della domanda di insulina. Tuttavia, in 19 destinatari followedby il Registro di sistema, gli isolotti donatori non hanno funzionato. Transplantfailures, come misurato da livelli di glucosio nel sangue e confermato da un testof C-peptide, si sono verificati già 30 giorni dopo l'infusione firstislet del destinatario di più di 2 anni dopo l'ultima infusione.

Eighteenof i 19 centri hanno contribuito i dati sugli eventi avversi, tra cui eventi avversi 77serious. Circa il 58 per cento dei gravi eventi requiredinpatient ospedalizzazione, e il 22 per cento sono stati considerati pericolosi per la vita. Diciassette per cento dei gravi eventi sono stati legati a theislet procedura infusione (ad esempio, infezioni o emorragie), e 27 percentwere relativi a farmaci che sopprimono il sistema immunitario (ad esempio, anemia, danni ai nervi, e un basso numero di globuli bianchi). Farmaci immunosoppressori Recipientsreceived che solitamente inclusi daclizumab atthe all'inizio della procedura per prevenire il rigetto immunitario donorislets, poi sirolimus e tacrolimus per mantenere immunosoppressione.

"Theregistry è ancora molto giovane, ma sta facendo un ottimo lavoro difornire informazioni critiche sui risultati di islettransplantation", ha detto il dottor Michael Appel, che supervisiona il progetto per i soggetti NIDDK. "Come il Registro matura, i ricercatori saranno in grado di usethe dati per identificare i fattori che aumentano il rischio e quelli che promotesuccess. Queste informazioni aiuteranno i centri di perfezionare la loro protocolsbased su informazioni oggettive."

Partecipazione Centers "in theCITR è volontaria. Seconda relazione del Registro di sistema fornisce informazioni ondonor e caratteristiche del paziente, l'approvvigionamento del pancreas e isletprocessing, i farmaci immunosoppressori, potenza funzionale di thedonor isolotti, i risultati di laboratorio dei pazienti, e gli eventi avversi. "Siamo informazioni gettingcritical sui fattori che influenzano il successo di islettransplantation", ha detto il dottor Rodolfo Alejandro, direttore di ClinicalIslet Trapianti presso l'Università di Miami Diabetes ResearchInstitute.

Destinatari avevano diabete di tipo 1 in media del 29 yearsbefore trapianto. La maggior parte - 118 - ha ricevuto un trapianto di isole alone.An altri 19 pazienti hanno avuto un trapianto di isole dopo aver ricevuto il trapianto akidney. Un paziente ha ricevuto un trapianto autologo di hisown isolotti che sono stati estratti dopo la chirurgia pancreatica e theninfused nel fegato. Quaranta pazienti hanno ricevuto una infusione isolotto, 69received due, e 28 hanno ricevuto tre. Un solo paziente ha ricevuto fourinfusions.

Destinatari, il 66 per cento dei quali erano donne, erano anaverage all'età di 42 anni (range 24-64 anni). I loro weightwas medi compresi sano. Prima della procedura, therecipients quasi la metà sono state utilizzando una pompa per insulina. Il loro livello medio ofhemoglobin A1c (HbA1c), che riflette il controllo della glicemia nel corso theprevious 3 mesi, è stato del 7,6 per cento, rispetto a un normale HbA1c di 6percent. Livelli di HbA1c generalmente migliorata con ogni infusione, come didlevels di C-peptide, una misura della secrezione di insulina.

"Theregistry sta diffondendo dati tanto necessari al trapianto di sicurezza e di isole efficacyof agli investigatori, operatori sanitari, i fornitori, i contribuenti e dei pazienti. Noi crediamo che il willcontribute Registro di sistema per una migliore comprensione delle tendenze in islettransplantation," ha detto il dottor Bernhard Hering di l'Università ofMinnesota, Direttore Medico di CITR e presidente del suo AdvisoryCommittee scientifico. Hering è un investigatore che partecipano NIH-fundedstudies, in programma per iniziare all'inizio del prossimo anno, che mirano a migliorare thesafety e l'efficacia del trapianto di isole: http://www.nih.gov/news/pr/oct2004/niddk-04.htm.

La missione di TheCITR è di accelerare i progressi e promuovere la sicurezza in islettransplantation raccogliendo, analizzando e comunicando i dati onislet trapianto. NIDDK ha istituito il Registro di sistema nel 2001 attraverso acontract assegnato al EMMES Corporation. Il CITR è uno dei theprojects reso possibile da uno speciale programma di finanziamento assegnato da theCongress per HHS per il tipo 1 la ricerca sul diabete. Una descrizione ofprojects finanziati da questo programma, vedere http://www.niddk.nih.gov/federal/planning/type1_specialfund/.

Dal 1990 al 1999, solo l'8 per cento dei trapianti di isole provocato insulinindependence per più di 1 anno. Nel 2000, però, un gruppo ofresearchers guidati dal Dr. James Shapiro presso l'Università di Alberta inEdmonton, Canada, hanno riportato un successo molto maggiore in patientstransplanted con i numeri più alti di isolotti e trattati con animmuno-soppressiva regime che omesso glucocorticoidi, ora si pensa tobe tossico per isolotti. Nei prossimi anni, altri ricercatori replicatedthe "Protocollo Edmonton," di squadra canadese e molti centri hanno adoptedthis approccio al trapianto di isole, con alcune modifiche.

Thescarcity di isolotti rappresenta un grave ostacolo ad una più ampia sperimentazione di islettransplantation come trattamento per il diabete di tipo 1. Organi di about7,000 donatori deceduti saranno disponibili ogni anno. A causa di thefragility del pancreas, solo circa 3.500 pancreas sono adatti fortransplantation, e molti di questi organi sono utilizzati per intero Organtransplantation. Per migliorare il potenziale di sostituzione delle cellule therapyfor diabete, NIH-finanziato la ricerca si sta concentrando sulla comprensione theinsulin-produzione delle cellule beta e la sua rigenerazione e sugli sforzi todevelop fonti alternative di cellule beta. I ricercatori stanno anche workingon modi di convincere il sistema immunitario ad accettare cellule del donatore o tissueswithout sopprimere l'intero sistema immunitario.

A causa delle isletscarcity e dei rischi connessi con la procedura e lifelongimmunosuppression, il trapianto di isole non è in fase di sperimentazione come atreatment per molte persone con diabete di tipo 1. Né è essendo di tipo testedin diabete 2, la forma più comune di diabete. Le persone con diabete sono thisform di meno probabilità di soffrire di gravi sbalzi di inconsapevolezza bloodglucose e ipoglicemia. Inoltre, isolotto transplantationcannot insulino-resistenza corretta, una patologia sottostante di tipo 2diabetes contrassegnato dall'incapacità delle cellule da utilizzare insulineffectively.

Copie singole di rapporto CITR possono essere ordinati gratuitamente dal Registro di sistema (www.citregistry.org) o da National Diabetes Information Clearinghouse at1-800-860-8747 di NIDDK. Per informazioni sui passi si può prendere per controldiabetes, vedere http://www.ndep.nih.gov/.

NIDDKis parte del National Institutes of Health (NIH), l'agenzia principale del federale ma per la ricerca biomedica e comportamentale. NIHis un componente del Dipartimento delle Informazioni sulla salute e Services.NIDDK umana su trapianto di isole e il diabete è availableonline a www.niddk.nih.gov.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha