Gravidanza e parto ambiente possono influenzare lo sviluppo di autismo nei gemelli, studio rileva

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 18
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Autism Speaks, la più grande organizzazione autismo scienza e difesa del mondo, si è unito in annunciando dati significativi emersi dalla più grande studio noto di gemelli con disturbo dello spettro autistico (ASD). Questo lavoro, condotto da un consorzio di importanti ricercatori e con materiale da Autism Speaks Autism Genetic Resource Exchange (AGRE) è stato pubblicato on-line negli Archives of General Psychiatry.

La California Autism Twins Studio suggerisce influenze ambientali, che potrebbero includere l'età dei genitori, basso peso alla nascita, nascite multiple, e infezioni materne durante la gravidanza può aumentare notevolmente il rischio per ASD. Lo studio ha suggerito che i fattori ambientali sia genetici e condivise aumentano significativamente il rischio per ASD: si stima che il 38 per cento del rischio di essere associato con ereditabilità genetica e il 58 per cento con l'ambiente che i gemelli quota durante la gravidanza e, forse, la prima infanzia. Lo studio ha anche riscontrato che i contributi relativi di geni condivisi e ambiente condiviso sono simili per i maschi e femmine.

"E 'stato affermato che i fattori genetici contribuiscono al rischio per l'autismo", dice Clara Lajonchere, Ph.D., uno studio co-autore e vice presidente dei programmi clinici per Autism Speaks. "Ora abbiamo una forte evidenza che, in cima ereditarietà genetica, un ambiente prenatale condivisa può avere una maggiore di quanto precedentemente realizzato ruolo nello sviluppo di autismo."




Lo studio ha coinvolto 192 coppie di gemelli, sia identici e non identici, in cui almeno uno dei due gemelli della coppia avevano autismo. Questo approccio ha permesso ai ricercatori di guardare quanto spesso sia i bambini della coppia gemella ha ricevuto una diagnosi di autismo. Studio di gemelli identici, che condividono il 100 per cento dei loro geni, aiuta i ricercatori a determinare il grado in cui un disturbo viene ereditato, o genetica; e confronto di gemelli fraterni, che condividono circa il 50 per cento del loro DNA, permette ai ricercatori di capire come l'ambiente influenza aggiungono al rischio di ASD.

La scoperta che ha condiviso l'ambiente è di influenza notevole nei gemelli ha importanti implicazioni per la ricerca futura. Poiché l'ambiente prenatale e precoce ambiente postnatale sono condivisi tra gemelli, si ritiene che almeno alcuni dei fattori ambientali influenzano la suscettibilità all'autismo esercitano il loro effetto durante questi periodi critici della vita. Futuri studi che indagano tali esperienze twin-condivisa e il loro ruolo nel migliorare o sopprimere suscettibilità genetica potrebbero far progredire la comprensione di autismo.

Lo studio non ha potuto individuare il periodo di tempo specifico (cioè della gravidanza, periodo di gravidanza o parto), né i fattori di rischio specifici (cioè l'età dei genitori, nutrizione materna, infezioni materne in gravidanza, prematura e/o la nascita sottopeso, etc.) che contribuiscono per l'aumento del rischio, osserva il dottor Lajonchere. "Infatti, le gravidanze multiple-parto sono essi stessi associati a un aumento del rischio di disturbi dello sviluppo, come la paralisi cerebrale e l'autismo. Questo parla l'importanza di ulteriori studi su quello prenatale e fattori perinatali aumentano il rischio oltre che di geni ereditati", conclude.

AGRE, a cui fa capo il dottor Lajonchere, è stato determinante in questo studio. AGRE personale clinico reclutato gemelli di partecipazione e ha effettuato le prove casa a base di molti dei partecipanti allo studio, utilizzando le misure di ricerca scientificamente validati per la diagnosi di disturbi dello spettro autistico. Altri istituti coinvolti nello studio includono: Stanford University, Environmental Health Investigations Branch, California Department of Public Health, Kaiser Permanente Northern California, University of California Davis, MIND Institute, e l'Istituto di Genetica Umana e Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica, Università di California, San Francisco

A proposito di autismo

L'autismo è un disturbo neurobiologico complesso che inibisce la capacità di una persona di comunicare e sviluppare relazioni sociali, ed è spesso accompagnata da difficoltà comportamentali. Disturbi dello spettro autistico sono diagnosticati in uno in 110 bambini negli Stati Uniti, e uno in 70 ragazzi. La prevalenza di autismo è aumentata del 600 per cento negli ultimi due decenni. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno chiamato autismo una crisi di salute pubblica nazionale la cui causa e la cura rimangono sconosciuti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha