Gravità di epatite C e HIV co-infezione nelle madri contribuire alla trasmissione di HCV al bambino

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 26
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca dimostra che l'alta carica virale materna e co-infezione da virus dell'immunodeficienza umana (HIV) sono gli unici fattori di rischio associati con la trasmissione verticale del virus dell'epatite C (HCV-VT). Una variazione del bambino IL28B gene (CC) è associata in modo indipendente con la clearance spontanea del genotipo-1 tra i bambini infetti. Lo stato IL28B nella madre o figli non ha aumentato il rischio di HCV-VT in questo studio. I risultati sono pubblicati nel numero di maggio di Hepatology, una rivista peer-reviewed della Associazione Americana per lo Studio delle Malattie del Fegato.

HCV cronica colpisce 170 milioni di persone in tutto il mondo, con il 10% al 15% dei casi che portano alla cirrosi e cancro del fegato. Una via importante di infezione nei bambini è la trasmissione verticale di HCV (HCV-VT) - conosciuta anche come la trasmissione da madre a figlio - e può verificarsi in utero o dopo la nascita (allattamento). Mentre la prova medica ha descritto fattori di rischio coinvolti in HCV-VT, sottostanti meccanismi di trasmissione e dei tempi di trasmissione della malattia non è pienamente compreso. Precedenti studi hanno indagato la relazione tra HCV-VT e materna genotipo HCV, modalità di parto (vaginale o cesareo) e il tipo di alimentazione (allattamento al seno o sostituzione), ma i risultati sono stati contrastanti.

"Il nostro studio ha analizzato il ruolo di IL28B in HCV-VT e la clearance spontanea dell'HCV tra i neonati infetti", ha detto Ruiz Бngeles Extremera, MD, di San Cecilio University Hospital in Spagna. Il team ha reclutato 145 madri che sono stati infettati con HCV e ha dato alla luce tra il 1991 e il 2009. Tutte le donne erano caucasici - 112 erano HCV RNA positivi e HIV negativi; 33 erano HCV RNA negativo e anticorpi HCV positivi. Un totale di 142 bambini sono stati partoriti da HCV-RNA madri positive e 43 bambini alle madri HCV RNA-negativi, i quali sono stati seguiti per più di sei anni. HCV-VT è stato definito come i bambini che presentavano HCV-RNA risultati positivi da due campioni di sangue.




L'analisi ha dimostrato che il 61% delle 31 madri con CC il polimorfismo, e l'82% delle 68 madri con non-CC polimorfismo era HCV-RNA positivo. Ci sono stati 128 i bambini nati da HCV-RNA madri positive che non sono stati co-infettati con HIV e il 20% dei figli acquisiti infezione da HCV, con il 7% di questi essendo casi cronici. In madri che coinfezione da HCV e HIV, il tasso di HCV-VT è salito al 43%. I ricercatori hanno anche osservato che il tasso di HCV-VT è stata più alta tra le madri che avevano elevati livelli di HCV viremia. I ricercatori non hanno rilevato HCV-VT in madri negative HCV-RNA.

Un aumentato rischio di HCV-VT non è stato associato con le madri 'o stato IL28B bambini. Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che il genotipo non-1 e CC del gene IL28B sono stati coinvolti con clearance virale nei bambini con infezione da HCV. All'analisi di regressione polimorfismo bambino CC era il solo predittore di spontanea gioco HCV in genotipo-1. "I nostri dati sono i primi a rappresentare la clearance del virus HCV e possono fornire informazioni importanti sulle immunità protettiva per HCV", ha concluso il dottor Ruiz Extremera. "Sono necessarie ulteriori indagini per comprendere i meccanismi coinvolti con questa variazione genetica e l'impatto clinico della variante IL28B sulla infezione da HCV."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha