Green Tea Compound, EGCG, può essere una terapia per le persone con artrite reumatoide

Aprile 16, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo studio, presentato 29 aprile presso la Biologia Sperimentale 2007 a Washington, DC, guarda un composto anti-infiammatorio potente derivato dal tè verde. I ricercatori hanno trovato che il composto - chiamato epigallocatechina-3-gallato (EGCG) - ha inibito la produzione di diverse molecole del sistema immunitario che contribuiscono a infiammazione e il danno articolare nelle persone con artrite reumatoide.

Il composto da tè verde è stato anche trovato per sopprimere i prodotti infiammatorie nel tessuto connettivo di persone con artrite reumatoide.




"La nostra ricerca è un passo molto promettente nella ricerca di terapie per la distruzione articolare vissuta da persone che hanno l'artrite reumatoide", dice Salah Uddin Ahmed-, Ph.D., ricercatore principale dello studio. Ahmed, un investigatore di ricerca con la Divisione di Reumatologia presso l'UM Health System, è stato scelto per presentare la ricerca in occasione della riunione di Biologia Sperimentale, come il destinatario del Young Scientist Award Viaggi, data dalla società americana per Farmacologia e terapeutica sperimentale. Questo studio è stato anche selezionato dalla American Society for Nutrition ad essere presenti in un comunicato stampa.

Per condurre la ricerca, gli scienziati hanno isolato cellule chiamate fibroblasti sinoviali delle articolazioni dei pazienti con artrite reumatoide. Questi fibroblasti - cellule che formano un rivestimento del tessuto circostante la capsula delle articolazioni - poi sono stati coltivati ​​in un mezzo di coltura e incubate con il composto di tè verde.

I fibroblasti sono stati quindi stimolate con citochine pro-infiammatorie IL-1b, una proteina del sistema immunitario nota per giocare un ruolo importante nel causare distruzione articolare nelle persone con artrite reumatoide. I ricercatori hanno esaminato se il composto del tè verde ha la capacità di bloccare l'attività di due molecole potenti, IL-6 e della cicloossigenasi-2 (COX-2), che sono anche attivamente coinvolti nel causare boneerosion nelle articolazioni delle persone affette da artrite reumatoide .

Quando le cellule non trattate sono state stimolate con IL-1b, una sequenza di eventi molecolari che ha determinato la produzione delle molecole ossee distruttive. Ma gli scienziati hanno scoperto che pre-incubazione con EGCG era in grado di inibire la produzione di queste molecole. EGCG anche inibito la produzione di prostaglandina E2, una sostanza simil-ormonale che causa l'infiammazione delle articolazioni.

La cella vie di segnalazione che regolano i livelli di queste molecole del sistema immunitario in entrambe le situazioni normali e artrite reumatoide sono ben studiati, i ricercatori sono stati in grado di rintracciare gli effetti del verde infuso composto di tè per vedere che ha funzionato inibendo questi percorsi.

Ahmed dice che questi studi suggeriscono che EGCG o molecole che potrebbero derivare sinteticamente dal EGCG trovato in tè verde possono essere di valore terapeutico inibendo la distruzione articolare nell'artrite reumatoide.

In precedenza, Ahmed ed altri ricercatori hanno fatto un'altra scoperta promettente quando fibroblasti sinoviali EGCG pretrattati sono stati stimolati con la citochina IL-1b per studiare l'effetto protettivo di questo composto tè verde. Rispetto ai fibroblasti sinoviali non trattati, le cellule trattate con EGCG marcatamente bloccato la capacità di IL-1b per produrre le proteine ​​ed enzimi che si infiltrano nelle articolazioni delle persone con artrite reumatoide e causa degradazione della cartilagine.

Il laboratorio oggi è focalizzata sul ruolo inibitorio di EGCG nell'espressione genica. Gli scienziati hanno in programma di testare EGCG in modelli animali di artrite reumatoide per vedere se fornisce effetti terapeutici o di prevenzione simili. Ahmed ritiene che il risultato di questi studi formerà una solida base per la futura sperimentazione del composto tè verde negli esseri umani affetti da artrite reumatoide.

Oltre a Ahmed, gli autori dello studio sono Angela Pakozdi, MD, un ex ricercatore della Divisione di Reumatologia presso l'UM Health System; e Alisa E. Koch, MD, il Frederick GL Huetwell e William D. Robinson, MD Professore di Reumatologia presso l'UM Health System e ricercatore presso il Veterans Affairs Ann Arbor Healthcare System.

Questa ricerca è stata sostenuta dal National Institutes of Health sovvenzioni e fondi Veteran Administration Medical Research Service di Koch.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha