Growth Factor-promozione angiogenesi espresso in cellule tumorali e neuroni normali

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno scoperto che un fattore di cellule staminali sovraespresso sia nelle cellule tumorali del cervello e nei neuroni seguenti danno cerebrale promuove la sopravvivenza tumorale inducendo angiogenesi. La ricerca, pubblicata nel numero di aprile di Cancer Cell, esamina l'interazione tra le cellule tumorali e tessuti circostanti e può avere un significato notevole per il disegno di terapie più efficaci per uno dei tipi più letali di tumore, gliomi maligni.

Fattore cellule staminali (SCF) è un fattore di crescita importante per più tipi di cellule. La ricerca ha dimostrato che SCF è espresso in cellule di glioma e come risultato di vari tipi di lesioni cerebrali, ma il suo significato non è completamente compreso. Dr. Howard A. Belle dell'Istituto/National Cancer Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke presso il National Institutes of Health e colleghi progettato uno studio per verificare se, a seguito di danno cerebrale indotta da tumore, espressione SCF cellulo-mediata del cervello contribuisce alla crescita del tumore attraverso la creazione di un ambiente che supporti l'angiogenesi e progressione tumorale.

I ricercatori dimostrano che diminuita espressione SCF nei risultati vivo in diminuzione angiogenesi e miglioramento della sopravvivenza in modelli di topo di glioma, mentre sovraespressione di SCF è associato ad una prognosi peggiore e una minore sopravvivenza nei pazienti con glioblastomi. Espressione SCF non è direttamente legata alla proliferazione delle cellule tumorali, ma invece favorisce la crescita di vasi sanguigni necessari per sostenere il tumore in espansione. È importante sottolineare che questi risultati forniscono la prova definitiva che i fattori che promuovono la progressione del tumore si estendono al di là del tumore stesso e coinvolgono una complessa interazione tra le cellule tumorali e le cellule normali che sono perturbate espandendo tumore.




Questi risultati suggeriscono che SCF è un fattore angiogenico glioma associata potente che svolge un ruolo di primo piano in angiogenesi patologica, sia attraverso l'espressione diretta delle cellule tumorali di SCF e dai neuroni normali che sono danneggiati dal tumore in crescita. I ricercatori sottolineano che il significato clinico di questi risultati va oltre l'identificazione di SCF come un obiettivo razionale per gliomi. "Normale espressione neuronale di SCF in risposta al trauma cranico solleva anche la possibilità inquietante che procedure invasive standard come biopsie chirurgiche o resezioni tumorali parziali possono essere inducendo una risposta proangiogenico, o trigger, all'interno del cervello," avverte il dottor Fine.

Lixin Sun, Ai-Min Hui, Qin Su, Yuri Kotliarov, Sandra Pastorino, Jennifer Walling, Rolando Bailey, e Howard A. Belle dell'Istituto/nazionale dei disordini neurologici National Cancer Institute e Stroke, National Institutes of Health a Bethesda, MD ; Alexander Vortmeyer dell'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke, National Institutes of Health a Bethesda, MD; Antonino Passaniti della University of Maryland School of Medicine a Baltimora, MD; Jayant Menon del National Institute of Neurological Disorder and Stroke, National Institutes of Health a Bethesda, MD e Howard Hughes Medical Institute-National Institutes of Health Research Scholars Program in Bethesda, MA; Marc Rosenblum e Tom Mikkelsen di Henry Ford Hospital di Detroit, MI. J.M. è stato un 2004 HHMI-NIH Research Scholar.

Sun et al .: "neuronali e glioma-Derived Stem Cell Factor induce angiogenesi all'interno del cervello." Editoria in Cancer Cell 9, 287-300, aprile 2006. DOI 10.1016/j.ccr.2006.03.003

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha