Gruppo sanguigno A può predisporre ad alcune infezioni da rotavirus

Giugno 21, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Patogeno intestinale

Rotavirus è un importante agente patogeno intestinale che è la principale causa di grave disidratazione e diarrea nei bambini di tutto il mondo. Si stima che circa 500.000 persone in tutto il mondo muoiono ogni anno l'infezione.

La struttura di una parte fondamentale di un ceppo del virus conosciuto come P [14] fornisce un indizio di come il virus infetta le cellule umane, ha detto il dottor BV Venkataram Prasad, professore di biochimica e biologia molecolare presso BCM e autore corrispondente della relazione.




In ceppi di rotavirus che infettano gli animali, la parte superiore di un picco sul virus attacca alla cella tramite un glicani (uno dei molti zuccheri legati insieme per formare strutture a catena ramificata complessi) con una molecola di acido sialico terminale. Lo stesso non sembra essere vero di ceppi di virus che infettano gli esseri umani, e gli scienziati credevano ceppi di rotavirus umani sono stati tenuti a glicani con una molecola di acido sialico interna, ma non sapeva come questo avviene.

Constatazione Surprise

"Ci siamo chiesti come questo genotipo rotavirus riconosciuto un glycan cellulare", ha detto Prasad. "Con i colleghi della Emory (University School of Medicine), abbiamo fatto una analisi serie glycan per vedere quali glicani interagito con la parte superiore del picco del virus (denominato VP8 *)."

L'unico tipo di glycan che ha interagito con VP8 * era di tipo A antigene del gruppo isto-sanguigno, ha detto.

"E 'stato sorprendente", ha detto. "Abbiamo pensato che doveva essere un glycan con l'acido sialico."

Il gruppo isto-blood antigene A non ha acido sialico.

Tuttavia, quando il dottor Hu Liya, un ricercatore post-dottorato nel laboratorio del Prasad, ha determinato la struttura del VP8 * dominio, ha trovato che il tipo A glycan legato alla proteina rotavirus picco nello stesso luogo, come l'acido sialico avrebbe in un rotavirus animali. Antigeni del gruppo isto-sangue sono noti per promuovere vincolante di norovirus e cellule Helicobacter pylori alle cellule intestinali, ma questo non era mai stata dimostrata in rotavirus.

VP8 * dominio

Studio strutturale di Hu, utilizzando la cristallografia, mostrato sottili cambiamenti nella struttura del dominio VP8 * del virus che gli permette di utilizzare l'antigene di gruppo sanguigno A-isto come recettore.

In collaborazione con il laboratorio del Dr. Mary Estes, professore di virologia molecolare e microbiologia presso BCM, Prasad e colleghi hanno trovato che le cellule di laboratorio modificate per esprimere il gruppo isto sangue dell'antigene A erano facilmente infettata da questo ceppo rotavirus. Le cellule che mancava questo antigene non erano facilmente infettati.

Un anticorpo al gruppo isto sangue dell'antigene A bloccato l'infezione da parte del virus nelle cellule intestinali umane in coltura.

"Nessuno si aspettava questo", ha detto Prasad. "C'è un tema emergente qui con questi patogeni intestinali? Fare altri virus utilizzano questi antigeni dei gruppi sanguigni come una porta per entrare nella cellula?"

Ulteriori studi hanno identificato un secondo ceppo rotavirus P [9] che utilizza l'antigene gruppo isto-blood come recettore, ha detto.

Nuovo meccanismo di trasmissione

"La domanda ora è fare diversi ceppi usano altri antigeni del gruppo isto-sangue in questo modo?" ha detto.

Estes ha detto, "Questi studi sono importanti perché forniscono un nuovo meccanismo di trasmissione per un ceppo rotavirus che salta da ungulati (come cavalli, zebre, suini, ovini) in esseri umani."

Gli autori hanno trovato esseri umani infettati con il ceppo P [14] avevano tipo A di sangue, ma ulteriori studi sono necessari per confermare la connessione.

Popolazioni più grandi di individui infetti devono essere studiati per determinare se vi è una chiara associazione di questi ceppi di virus che utilizzano antigeni del gruppo isto-sangue come un recettore ", hanno detto.

Questa scoperta solleva domande sul perché gli esseri umani hanno sviluppato diversi gruppi sanguigni, Prasad ha detto. Può essere un cambiamento evolutivo che si è verificato dopo l'agente patogeno prima invaso le cellule umane.

Altri che hanno partecipato a questo lavoro includono Sue E. Crawford, Rita Czako e Nicolas W Cortes-Penfield di BCM, David F. Smith della Emory University School of Medicine di Atlanta e Jacques Le Pendu di NSERM, Le Centre national de la recherche scientifique e Le Universitй de Nantes, in Francia.

Il finanziamento per questo lavoro è venuto dal National Institutes of Health e la Fondazione Robert Welch.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha