'Guarigione Argille "Mostra Promise For Fighting Deadly MRSA Superbug infezioni, altre malattie

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Mud potrebbe arrivare a un armadietto delle medicine o farmacia vicino a te. Scienziati in relazione Arizona che i minerali di argilla potrebbero costituire la base di una nuova generazione di poco costoso, antimicrobici altamente efficaci per combattere le infezioni da MRSA che si muovono fuori di impostazioni di assistenza sanitaria e nella comunità. Questi "superbatteri" sono sempre più resistenti a diversi antibiotici e causano migliaia di morti ogni anno.

A differenza di antibiotici convenzionali che vengono spesso somministrati per iniezione o pillole, le cosiddette "argille curative" potrebbero essere usati come creme o pomate strofinare-on per mantenere infezioni da MRSA diffusione, dicono i ricercatori. Le argille mostrano anche promessa contro una vasta gamma di altri batteri nocivi, compresi quelli che causano infezioni della pelle e intossicazioni alimentari, gli scienziati aggiungono. Il loro studio, uno dei primi ad esplorare l'attività antimicrobica di argille naturali in dettaglio, è stato presentato il 6 aprile in occasione della riunione nazionale 235 della American Chemical Society.

Argille sono stati usati per migliaia di anni come rimedio per le ferite infette, indigestione, e di altri problemi di salute, sia applicando argilla sulla pelle o mangiarlo. Oggi, argille sono comunemente utilizzati in centri benessere sotto forma di fanghi e trattamenti per il viso. Armati di nuovi strumenti investigativi, i ricercatori stanno iniziando a esplorare le loro indicazioni sulla salute scientificamente.




"Le argille sono piccoli chimici droga-negozi in un pacchetto," ha detto il co-leader di Lynda Williams, Ph.D., un geochimico presso l'Arizona State University di Tempe. "Essi contengono letteralmente centinaia di elementi. Alcuni di questi composti sono utili, ma altri non lo sono. Il nostro obiettivo è quello di scoprire ciò che la natura sta facendo e vedere se possiamo trovare un modo migliore per uccidere i batteri nocivi."

Nel nuovo studio, finanziato dal National Institutes of Health, Willams ei suoi colleghi hanno raccolto oltre 20 diversi campioni di argilla da tutto il mondo per studiare le loro attività antibatterica. In collaborazione con lo studio co-leader Shelley Haydel, Ph.D., un microbiologo di Arizona State, i ricercatori hanno testato ciascuna delle argille contro diversi batteri differenti che causano malattie umane. Questi batteri sono MRSA (Staphylococcus aureus resistente alla meticillina), Mycobacterium ulcerans (un microbo relativo al batterio della tubercolosi che causa una malattia carnivoro conosciuto come l'ulcera di Buruli), così come E. coli e Salmonella (che causano intossicazione alimentare). I ricercatori hanno identificato almeno tre argille che hanno ucciso o significativamente ridotto la crescita di questi batteri.

I ricercatori stanno lavorando per identificare i composti specifici nelle argille che possono essere responsabili per la sua attività antibatterica. Utilizzando elettrone e microscopia ioni, i ricercatori stanno anche studiando come queste argille antibatterici interagiscono con le membrane cellulari dei batteri, al fine di scoprire come uccidono.

Williams e Haydel stanno continuando a testare nuovi campioni di argilla da tutto il mondo per valutare le potenzialità di germi combattimento. Sperano che le argille più promettenti saranno sviluppati in una pomata pelle o pillola per combattere una varietà di infezioni batteriche o forse come un lavaggio agricola per evitare intossicazioni alimentari. Diverse aziende hanno manifestato interesse nel formare partnership per sviluppare le argille come agenti antimicrobici, dicono gli scienziati.

Ma il fango ordinaria può contenere batteri pericolosi e minerali tossici come arsenico e mercurio, i ricercatori sottolineano. Fino argille guarigione sono sviluppati che sono scientificamente provati, che potrebbe richiedere diversi anni, il lavaggio delle mani e altre tecniche di corretta igiene può essere la soluzione migliore per mantenere MRSA e altri batteri nocivi a bada, dicono.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha