Herpes labiale aumentano il rischio di demenza, la ricerca suggerisce

Marzo 28, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'infezione da herpes simplex virus aumenta il rischio di malattia di Alzheimer. I ricercatori Umeе University, in Svezia, affermano in due studi sulla rivista Alzheimer & Dementia.

"I nostri risultati mostrano chiaramente che esiste un legame tra le infezioni di herpes simplex virus e il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer. Questo significa anche che abbiamo nuove opportunità di sviluppare le forme di trattamento per fermare la malattia", spiega Hugo Lцvheim, professore associato presso il Dipartimento di Medicina di Comunità e di riabilitazione, medicina geriatrica, Umeе University, che è uno dei ricercatori dietro lo studio.

Malattia di Alzheimer è la più comune tra le malattie demenza. Negli ultimi anni la ricerca ha sempre indicato che vi è un possibile collegamento tra l'infezione con un virus herpes comune, tipo virus herpes simplex 1, e la malattia di Alzheimer. La maggioranza della popolazione porta questo virus. Dopo la prima infezione del corpo porta il virus per tutta la vita, e può riattivare tanto e causare ulcera tipica bocca. L'ipotesi che lega il virus dell'herpes e il morbo di Alzheimer si basa su un sistema immunitario indebolito tra gli anziani crea opportunità per il virus di diffondersi ulteriormente al cervello. Ci può a sua volta avviare il processo che provoca la malattia di Alzheimer.




Hugo Lцvheim e Fredrik Elgh, professore presso il Dipartimento di Virologia, hanno ora confermato questo link in due grandi studi epidemiologici. In uno studio, che si basa sul progetto Betula, uno studio sull'invecchiamento, memoria e demenza, i ricercatori mostrano che una infezione da herpes riattivata raddoppiato il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer. Questo studio ha avuto 3.432 partecipanti che sono stati seguiti per 11,3 anni in media. In un altro studio, i campioni donati alla Biobanca Medica presso l'Università Umeе da 360 persone con malattia di Alzheimer sono stati esaminati e come molte persone abbinate che non avevano sviluppato demenza. I campioni sono stati prelevati in media 9,6 anni prima della diagnosi. Questo studio ha mostrato un rischio quasi raddoppiato di sviluppare la malattia di Alzheimer, se la persona era un portatore del virus dell'herpes.

"Qualcosa che rende questa ipotesi molto interessante è che ora herpes infezione può in linea di principio essere trattata con agenti antivirali. Quindi nel giro di pochi anni, speriamo di essere in grado di avviare studi in cui ci sarà anche provare il trattamento di pazienti per prevenire lo sviluppo della malattia di Alzheimer "dice Hugo Lцvheim.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha