HIV-infetti donne in postmenopausa ad alto rischio di fratture ossee

Maggio 12, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Secondo un nuovo studio accettato per la pubblicazione nel Journal The Endocrine Society of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM), in post-menopausa le donne con infezione da HIV hanno un'alta prevalenza di bassa densità minerale ossea e un elevato turnover osseo, ponendoli ad alto rischio di fratture ossee future .

"Come individui affetti da HIV vivono più a lungo con la terapia antiretrovirale potente (ART), le complicanze metaboliche come la bassa densità ossea e osteoporosi sono sempre riconosciuti", ha detto Michael Yin, MD della Columbia University Medical Center di New York e autore principale dello studio. "Anche se il numero di donne in postmenopausa affette da HIV sono in aumento e le donne in post-menopausa sono a più alto rischio di fratture osteoporotiche, pochi studi hanno valutato lo stato dello scheletro in questo gruppo. Abbiamo ipotizzato che le donne in post-menopausa possono essere particolarmente vulnerabili agli effetti negativi di infezione da HIV o ART sullo scheletro e nostri risultati indicano che questo può effettivamente essere il caso. "

Per testare la loro ipotesi, Yin ei suoi colleghi hanno avviato uno studio longitudinale per valutare la salute delle ossa in 92 donne in postmenopausa 95 HIV-negativi HIV-positivi e. La densità minerale ossea della colonna lombare, del collo del femore e dell'anca, nonché la composizione corporea sono stati misurati mediante assorbimetria a raggi X a doppia (DXA). I ricercatori hanno scoperto che le donne in post-menopausa sieropositive avevano minore densità minerale ossea sia la colonna vertebrale e dell'anca rispetto alle donne in postmenopausa HIV-negativi.




"Infezione da HIV è stata associata in modo indipendente con minore densità minerale ossea dopo aggiustamento per indice di massa corporea (BMI) e fattori di rischio di osteoporosi tradizionali", ha detto Yin. "Mentre la ragione per la perdita ossea associata all'HIV rimane poco chiaro, può essere correlato ad un aumento dei livelli di citochine (proteine ​​prodotte dalle cellule che la comunicazione tra le cellule degli aiuti), effetti diretti di antiretrovirali sulle cellule ossee o carenze nutrizionali/ormonali che sono comuni in HIV. "

"Gli estrogeni protegge contro l'effetto delle citochine sul riassorbimento osseo", ha detto Yin. "Perciò, come le donne sieropositive diventano carenti di estrogeni durante la menopausa, possono essere a maggior rischio di perdita ossea accelerata e la frattura."

Altri ricercatori che lavorano allo studio includono Don McMahon, Chiyuan Zhang, Aimee Shu, Ronald Staron, Ivelisse Colon, Jay Dobkin, Scott Hammer e Elizabeth Shane della Columbia University Medical Center di New York, NY; David Ferris di Bronx-Lebanon Hospital Center di New York; e Jeffrey Laurence di Weill Cornell Medical College di New York, NY

L'articolo, "massa ossea bassa e un elevato turnover osseo in donne in postmenopausa affette da HIV", apparirà nel numero di febbraio 2010 della JCEM.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha