HIV-infetti pazienti devono iniziare HAART prima, studio suggerisce

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sotto attuali linee guida, la terapia antiretrovirale altamente attiva (HAART) deve essere presa in considerazione per i pazienti affetti da HIV quando la loro conta delle cellule T CD4 + scendono al di sotto di 350 cellule per millimetro cubo (mm3). Tuttavia, la nuova ricerca epidemiologica suggerisce che i pazienti con HIV possono avere meno rischio di morire se si comincia HAART prima.

Devastazioni HIV CD4 + T-cellule, una delle armi principali del sistema immunitario umano per combattere le infezioni. Come livelli di virus nel sangue aumentano, i pazienti con infezione da HIV sperimentano una diminuzione CD4 + T-cellule e il declino della salute. HAART - una combinazione di almeno tre farmaci anti-HIV - viene utilizzato per ridurre i livelli di virus.

Sebbene attuali linee guida raccomandano che i pazienti cominciano HAART una volta la loro conta CD4 + T-cellule scendono al di sotto della soglia di 350 cellule/mm3, il momento ottimale per iniziare la terapia è stato poco chiaro a causa dei dati degli studi clinici sufficienti. Ricercatori statunitensi e canadesi, lavorando attraverso l'epidemiologia banche dati internazionali per valutare l'AIDS (IeDEA), hanno cercato di compiere passi verso la creazione di una base clinica per iniziare il trattamento.




IeDEA, una rete globale di cliniche che servono pazienti con HIV e raccogliere dati importanti per digitare domande di ricerca di HIV/AIDS, è stato avviato da ed è finanziato in parte dal National Institute of Allergy e Malattie infettive (NIAID), un componente del National Institutes della Salute (NIH). IeDEA è co-finanziato dal National Cancer Institute e il Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development.

Dal 1996 al 2006, il team di ricerca ha esaminato 8.374 partecipanti allo studio affetti da HIV con CD4 + conta delle cellule T di 351-500 cellule/mm3 che non avevano mai preso la terapia antiretrovirale ed erano liberi di malattie correlate all'AIDS. Trenta per cento (2.473) dei partecipanti allo studio ha cominciato a prendere HAART, mentre il restante 70 per cento (5901) dei partecipanti differito trattamento fino a quando la loro conta CD4 + T-cellule sono scesi al di sotto di 350 cellule/mm3. I ricercatori hanno trovato un rischio 71 per cento più elevato di morte per i pazienti che avevano posticipato il trattamento piuttosto che iniziare HAART, il che suggerisce che la terapia dovrebbe iniziare in una fase precoce della malattia da HIV che attualmente raccomandato. Uno studio clinico randomizzato sarà necessario confermare tale conclusione e supportare le modifiche alle linee guida stabilite trattamento.

Mari M. Kitahata, MD, della University of Washington a Seattle, presenterà i risultati il ​​26 ottobre 2008, durante la riunione annuale congiunta della conferenza Interscience sugli agenti antimicrobici e la chemioterapia (ICAAC) e le malattie infettive Society of America ( IDSA) in Washington, DC

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha