I bambini che non rispondono ai loro nomi possono essere a rischio per l'autismo o di altri disturbi

Maggio 21, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Bambini anni che non rispondono quando il loro nome viene chiamato può essere più probabilità di essere diagnosticati con un disturbo dello spettro autistico o altri problemi di sviluppo all'età di 2 anni, rendendo questo semplice test un potenziale indicatore precoce di tali condizioni, secondo un rapporto in il numero di aprile di Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, un problema sul tema disturbi dello spettro autistico.

Anche se circa la metà dei genitori di bambini con autismo relazione preoccupazioni circa i progressi dello sviluppo del loro bambino prima del primo compleanno, il disturbo non viene di solito diagnosticata fino all'età di 3 o 4, in base alle informazioni in questo articolo. "All'inizio di individuazione di autismo offre la possibilità di un intervento precoce, che detiene la promessa per migliorare i risultati nei bambini con autismo," scrivono gli autori. "Questo ha motivato un crescente corpo di ricerca che mira ad accertare i primi indicatori affidabili di autismo."

Aparna S. Nadig, Ph.D., del M.I.N.D. Institute, University of California Davis, Sacramento, e colleghi hanno valutato la tendenza dei bambini a rispondere quando i loro nomi sono chiamati, che è "uno dei comportamenti più costantemente documentato nell'infanzia che distingue i bambini con diagnosi di autismo dopo da quelli con sviluppo tipico o di sviluppo ritardi ", che scrivono.




I neonati le cui fratelli maggiori avevano autismo, e che erano quindi a rischio per l'autismo, sono stati confrontati con i bambini di controllo che non erano ad alto rischio di sviluppare la malattia. Mentre ogni bambino seduto a un tavolo a giocare con un piccolo giocattolo, un ricercatore camminava dietro il bambino e ha chiamato il suo nome con voce chiara. Se il bambino non ha risposto dopo 3 secondi, il nome è stato chiamato di nuovo fino a due volte. Cinquantacinque neonati a rischio e 43 bambini di controllo completato questo test all'età di 6 mesi e 101 neonati a rischio e 46 bambini di controllo sono stati testati all'età di 12 mesi.

"All'età di 6 mesi c'è stata una tendenza non significativa per i neonati di controllo per richiedono un minor numero di chiamate a rispondere a nome di bambini a rischio di autismo," scrivono gli autori. "All'età di 12 mesi, il 100 per cento dei bambini del gruppo di controllo 'passato', rispondendo alla prima o in seconda convocazione il nome, mentre il 86 per cento nel gruppo a rischio ha fatto."

Quarantasei neonati a rischio e 25 bambini di controllo sono stati seguiti per due anni; tre quarti di coloro che non hanno risposto a loro nome all'età di 12 mesi sono stati identificati con problemi di sviluppo a 2. all'età Un totale di 89 per cento dei bambini che non hanno avuto un disturbo dello spettro autistico (compreso l'autismo, la sindrome di Asperger e relative condizioni tutti definita da deficit di competenze linguistiche e sociali) e il 94 per cento dei bambini, senza ritardi di sviluppo a due anni ha risposto a loro nome sui primi due chiamate a un anno. Dei bambini che sono stati successivamente diagnosticato l'autismo, la metà non ha superato il test a un anno, e di coloro che sono stati identificati come aventi qualsiasi tipo di ritardo dello sviluppo, il 39 per cento non ha superato il test.

"Così, mancata risposta a nome al pozzo-bambino di un anno check-up può essere un utile indicatore di bambini che potrebbero trarre vantaggio da una valutazione più approfondita dello sviluppo," scrivono gli autori. "Non sarà, tuttavia, identificare tutti i bambini a rischio per problemi di sviluppo."

"Dal momento che questo compito è facile da amministrare e segnare e prende poche risorse, che potrebbe essere incorporato in ben bambino visite pediatriche a 12 mesi di età", che concludere. "Se un bambino non riesce a orientarsi al nome, particolarmente affidabile nel tempo, questo bambino ha un'alta probabilità di un certo tipo di anomalia di sviluppo e deve essere affidata per lo screening più frequenti, valutazione globale e, se indicato, l'intervento precoce di prevenzione."

Questa ricerca è stata finanziata da una sovvenzione da parte del National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha