I bambini con ADHD più probabilità di essere moderatamente disattivate dopo trauma cranico lieve

Marzo 19, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'ospedale dei bambini di Pittsburgh, l'Università di Pittsburgh, e dell'Università di Chicago hanno scoperto che i bambini con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) sono più propensi a dare prova di una disabilità moderata dopo aver subito una lesione cerebrale traumatica mite rispetto ai bambini senza ADHD.

Risultati dettagliati di questo fenomeno vengono riportati e discussi in "L'impatto della Sindrome da deficit di attenzione e iperattività sul recupero da traumi cerebrali lievi. Articolo clinica," di Christopher M. Bonfield, MD, Sandi Lam, MD, MBA, Yimo Lin, BA, e Stephanie Greene, MD, ha pubblicato oggi on-line, prima della stampa, sul Journal of Neurosurgery: Pediatrics.

I ricercatori hanno cercato di scoprire se l'ADHD ha un effetto sul risultato dopo un trauma cranico lieve (TBI). Hanno esaminato le classifiche di tutti i pazienti con ADHD che hanno ricevuto una diagnosi di lesione chiuso cranico lieve (un infortunio in cui non è richiesto alcun trattamento neurochirurgico) presso l'Ospedale dei bambini di Pittsburgh tra il gennaio 2003 e dicembre 2010. A lievi risultati lesioni chiuso a testa in quella che viene definita una TBI delicato, classificato in base a un Glasgow Coma Scale punteggio iniziale di 13 a 15. Da loro revisione di cartelle cliniche dei pazienti, il dottor Bonfield e colleghi hanno identificato 48 bambini con ADHD che avevano sostenuto un lieve trauma cranico. Essi accoppiati questo gruppo di pazienti con un gruppo di controllo selezionato casualmente pari età di 45 pazienti senza ADHD, che aveva anche subito un lieve trauma cranico. I ricercatori hanno confrontato i risultati nei due gruppi di pazienti, utilizzando del Re Outcome Scale for Childhood trauma cranico (KOSCHI). Sulla base del Glasgow Outcome Scale, che viene utilizzato comunemente per valutare la disabilità a lungo termine dopo TBI negli adulti, il KOSCHI offre una maggiore differenziazione del deficit attraverso la gamma più mite di disabilità. Oltre ai risultati, i ricercatori hanno confrontato i dati demografici dei pazienti e fattori di pregiudizio legate.




Dr. Bonfield e colleghi hanno trovato che il 25% dei pazienti con ADHD ha una disabilità moderata (KOSCHI Categoria 4b) e il 56% è stato completamente recuperato (KOSCHI Categoria 5b) alla fine del periodo di follow-up (in media 24,9 settimane). Questi risultati rispetto sfavorevole ai risultati del gruppo di pazienti senza ADHD, in cui il 2% dei pazienti ha avuto una disabilità moderata (KOSCHI Categoria 4b) e 84% sono stati completamente recuperati (KOSCHI Categoria 5b) alla fine di una molto più breve di follow-up periodo (media 7,2 settimane). L'analisi statistica in questo studio ha dimostrato che "i pazienti con ADHD erano statisticamente significativamente più disabili dopo TBI lieve rispetto ai pazienti di controllo senza ADHD, anche quando si controlla per l'età, il sesso, iniziale GCS [Glasgow Coma Scale] punteggio, durata del ricovero ospedaliero, la durata del follow-up, il meccanismo di lesione, e la presenza di altri (extracranica) infortunio. " E 'venuto come nessuna sorpresa che l'analisi multivariata ha dimostrato un'associazione tra la durata del follow-up e la categoria KOSCHI, con i bambini che hanno maggiori difficoltà che richiedono un periodo di follow-up più lungo.

Nella sezione discussione del loro articolo, i ricercatori valutano diverse possibili spiegazioni per le differenze significative tra i gruppi di pazienti, alcuni dei quali includono la possibilità che l'ADHD è associato ad una maggiore vulnerabilità alle lesioni cerebrali, ostacola il processo di guarigione, o rende programmi di riabilitazione meno efficace.

Raccomandazioni Dr. Bonfield e colleghi della lista sulla base dei risultati di questo studio:

  1. Prevenzione della TBI nei bambini con ADHD è importante perché i risultati possono essere più grave in questi bambini che nei bambini senza ADHD. Gli autori suggeriscono che forse i bambini con ADHD dovrebbero essere guidato da impegnarsi in sport o hobby che portano maggiori rischi di sostenere un trauma cranico.
  2. La gestione clinica del trauma cranico chiuso potrebbe essere necessario un aggiustamento durante il trattamento di bambini con ADHD, forse con l'introduzione di un migliore monitoraggio e di iniziare il trattamento più intensivo e di riabilitazione.
  3. I medici devono consigliare le famiglie dei bambini con ADHD in merito ai risultati attesi seguenti lieve trauma cranico.

    Dr. Bonfield e colleghi sottolineano inoltre la necessità di ulteriori studi sugli effetti di ADHD su TBIs più gravi, nonché sui meccanismi alla base del rapporto tra ADHD e TBI.

    Quando è stato chiesto di commentare lo studio, il dottor Bonfield rispose: "Il nostro studio fornisce la prova che per i bambini con ADHD, che sostengono un trauma cranico, un trattamento diverso e paziente e l'educazione familiare può essere necessario per ottenere risultati ottimali."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha