I bambini con anemia falciforme, Strokes silenziose Mostra un certo rilievo con trasfusioni di sangue

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un gruppo di bambini che hanno anemia falciforme e che sperimentano ictus silenziosi mostrato qualche sollievo dai colpi silenziosi con la terapia trasfusione di sangue, i ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis hanno trovato.

In uno studio su 10 bambini affetti da anemia falciforme che avevano anche più tratti silenziosi, o infarti cerebrali di Fase II, la maggior parte delle famiglie erano impegnati ad avere i loro figli ricevono trasfusioni di sangue per due anni, dimostrando che la terapia era fattibile. Inoltre, la terapia trasfusionale di sangue ha contribuito a ridurre le lesioni al cervello causati dalle infarti ed eliminato una lesione completamente, ha detto Allison A. King, MD, un ematologo pediatrico Ospedale dei Bambini St. Louis e ricercatore presso la Washington University School of Medicina. Le lesioni sono piccole aree di tessuto danneggiato pensato per essere dovute al blocco di piccole arterie nel cervello.

Ictus silenziosi sono tratti che non mostrano i sintomi classici di colpi palesi, come intorpidimento, formicolio, mal di testa o difficoltà a parlare. Terapia trasfusionale di sangue ha dimostrato di essere efficace nel prevenire ictus evidenti nei pazienti con anemia falciforme, ma la sua efficacia e la volontà delle famiglie di partecipare al trattamento a lungo termine per prevenire ictus silenziosi non era stato testato.




L'anemia falciforme è una malattia ereditaria del sangue che colpisce i globuli rossi che contengono emoglobina, una sostanza che trasporta l'ossigeno dall'aria nei polmoni a tutte le parti del corpo. Nei pazienti affetti da questa malattia, i globuli rossi contengono un tipo anormale di emoglobina che causa le normalmente rotonde, flessibili globuli rossi a diventare sickle- o a forma di mezzaluna. Le cellule falciformi non possono passare attraverso minuscoli vasi sanguigni, impedendo al sangue di raggiungere i tessuti del corpo, che può risultare in tessuto e organo danni, dolore e ictus.

Anemia falciforme colpisce circa 70.000 persone negli Stati Uniti. Essa si verifica in circa 1 ogni 500 nascite afro-americani e 1 ogni 1.000 a 1.400 nascite ispano-americana. Mentre non vi è alcuna cura per la malattia, le trasfusioni di sangue e trapianto di midollo osseo hanno dimostrato di essere efficaci trattamenti sostituendo le cellule falciformi breve durata con i globuli rossi sani più a lungo durata, anche se il trapianto di midollo osseo hanno un tasso di mortalità del 10 per cento a causa di la possibilità di rigetto del midollo osseo, complicazioni come convulsioni e un alto rischio di infezione.

Nello studio, le lesioni cerebrali in sei pazienti si è ridotto dopo due anni di regolari trasfusioni di sangue, e non si sono verificati nuovi tratti silenziosi. Un paziente ha avuto una lesione scompaiono, tuttavia, che il paziente non ha continuare con ulteriori trasfusioni di sangue, e la lesione è tornato a più di tre volte le dimensioni originali, suggerendo la necessità di trasfusioni prolungati. Una lesione divenne più grande nel settimo paziente.

Molte delle lesioni si verificano nel lobo frontale del cervello, che controlla la funzione o problem-solving area cognitiva, o nel lobo occipitale, che controlla il centro di elaborazione visiva, Re detto. Neuroradiologi in grado di individuare le lesioni utilizzando la risonanza magnetica (MRI).

"Perché queste lesioni sono di solito nel lobo frontale, è importante fare il test cognitivi su questi bambini per determinare eventuali perdite di valore", ha detto King. "Ci auguriamo che attraverso la prevenzione di ulteriori lesioni attraverso le trasfusioni di sangue che si può preservare la loro capacità di pensare e di imparare."

Un totale di 71 per cento dei bambini in età scolare nello studio ricevevano servizi educativi speciali e il 57 per cento aveva fallito un voto a scuola. Scuola Precedenti ricerche Medicine dimostra che l'80 per cento degli studenti con ictus silenziosi scarso rendimento a scuola.

King ha detto i risultati dello studio sono stati incoraggianti per gli operatori sanitari che trattano i bambini con anemia falciforme.

"Quello che abbiamo trovato in questo studio è che le famiglie ei bambini con anemia falciforme e che sperimentano ictus silenziosi sono disposti a impegnarsi per la terapia trasfusione di sangue per questa condizione", ha detto King. "Se questi bambini sono lasciati non trattati, il loro rischio per un ictus overt è molto alto, ma se usiamo la terapia trasfusione di sangue, che possono avere un rischio più basso di ictus palese e nessuna evidenza di nuovi infarti silenti su una risonanza magnetica."

I risultati di questo studio di fase II hanno guidato una più grande, studio di fase III che valuta 1.800 bambini negli Stati Uniti, in Canada e in Europa. Questo processo, chiamato Clinical Trial Silenzioso cerebrale Infarto Multi-Center, è diretto da Michael R. DeBaun, MD, professore di pediatria presso la School of Medicine. Attraverso di essa, i ricercatori determineranno ulteriormente l'efficacia della terapia trasfusione di sangue per prevenire ictus silenziosi nei bambini con anemia falciforme e per prevenire ulteriori lesioni cerebrali.

Journal riferimento: Re A, Noetzel M, Bianco D, McKinstry R, ​​DeBaun M. terapia trasfusionale di sangue è fattibile in un ambiente studio clinico in bambini con anemia falciforme e infarti cerebrali silenti. Sangue Pediatric and Cancer. Pubblicato online 18 settembre 2007.

Questo studio è stato finanziato da una sovvenzione della Fondazione Charitable Doris Duke.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha