I bambini con paralisi cerebrale: cambiare l'ambiente, non il bambino, i ricercatori dicono

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo approccio riabilitativo efficace per il trattamento dei bambini con paralisi cerebrale pone la sua attenzione su dove vive un bambino e gioca, non solo migliorare l'equilibrio, postura e movimento le abilità del bambino.

Chiamato un "intervento incentrato contesto," questo approccio è altrettanto utile come terapia infantile incentrata tradizionale, offrendo ai genitori l'opzione di trattamento aggiuntivo per il loro bambino, i ricercatori di rapporto da McMaster University e l'Università di Alberta in un nuovo studio.

Lo studio McMaster, in collaborazione con ricercatori della Facoltà di Medicina Riabilitativa e Alberta Health Services a Calgary di Alberta, è il primo studio randomizzato a valutare gli effetti della terapia focalizzata sulla modifica compito di un bambino o di ambiente, non il bambino. E 'apparso nel numero di luglio della rivista medica Developmental Medicine and Child Neurology.




Context-concentrati e terapie bambino incentrato sono stati valutati in uno studio controllato randomizzato di 128 bambini con paralisi cerebrale che vanno in età da un anno a quasi sei anni. I bambini, provenienti da 19 diversi centri di riabilitazione in Ontario e Alberta, ha ricevuto uno dei due approcci per sei mesi. La terapia è stata fornita da terapisti occupazionali e fisioterapisti. Tra le valutazioni a sei e nove mesi, sono tornati al loro programma di terapia regolare.

I ricercatori hanno scoperto che, mentre entrambi i gruppi hanno migliorato in modo significativo nel corso dello studio, ci sono stati "differenze significative nel funzionamento quotidiano" tra i due gruppi di trattamento, ha riferito autore principale Mary Law, professore nella Scuola di Riabilitazione Scienze della McMaster e co-fondatore del CanChild Centro dell'università per l'Infanzia Disability Research.

La paralisi cerebrale è causata da un danno nel cervello prima o subito dopo la nascita, che si traduce in problemi con tono muscolare e il movimento, e gli impatti capacità di svolgere le attività quotidiane. Più di 50.000 canadesi hanno paralisi cerebrale, che si verifica in circa due di 1.000 bambini.

Durante lo studio, i genitori di entrambi i gruppi hanno ricevuto informazioni di carattere generale e di educazione sulla disabilità dei figli, nonché le strategie specifiche per praticare a casa.

Nell'approccio bambino incentrato, terapisti identificato la perdita di valore di base - il tono, la postura, la gamma di movimento - e ha fornito la terapia per migliorare le competenze del bambino e abilità.

Enfasi nel approccio di terapia contesto era cambiare il compito o l'ambiente. Ad esempio, l'obiettivo di un genitore è stato per il loro bambino di finger-alimentarsi autonomamente Cheerios. Il terapeuta sperimentato con mettere il burro di arachidi sulla punta delle dita in modo che i Cheerios avrebbe bastone ad esso. Il bambino ha avuto successo in una sessione di intervento, anche se non aveva la multa presa per raccoglierli senza di essa. Avere successo ottenuto, la bambina ha continuato a essere in grado di alimentare dito Cheerios da solo.

"Questo studio fornisce la prova che ogni approccio intervento produce cambiamento importante equivalente dopo un intervento di sei mesi", ha detto Law. "Abbiamo anche trovato alcuna differenza tra gli approcci di terapia per l'esito di empowerment genitore."

Se entrambi gli approcci sono ugualmente efficaci, Law ha detto terapeuti e le famiglie sono in grado di discutere l'approccio terapeutico più appropriato per gli obiettivi di intervento per il loro bambino e la loro situazione familiare.

Law è co-autore di un secondo articolo sulla stessa rivista, che descrive l'approccio incentrato contesto con l'autore Johanna Darrah, professore di terapia fisica presso la Facoltà di Medicina Riabilitativa presso l'Università di Alberta. Darrah ha detto che l'esperienza con la terapia contesto è stato positivo: "I vantaggi di lavorare in ambiente naturale del bambino sono stati sorprendenti."

Darrah aggiunto ricercatori hanno trovato questo approccio è stato più impegnativo con i bambini che hanno una disabilità grave, come alcuni terapeuti sentivano che, non fornendo hands-on di trattamento, l'approccio non è vera terapia. Tuttavia, lo studio ha rilevato che l'approccio contesto è stato altrettanto efficace per i bambini con paralisi cerebrale lieve o grave.

Lo studio è stato sostenuto da una sovvenzione da parte del National Institutes of Health negli Stati Uniti e il Centro per il bambino Alberta Famiglia e la ricerca della Comunità. Mary Legge detiene il John e Margaret Lillie Sedia in Childhood Disability Research.

(0)
(0)
Articolo precedente Generale

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha