I bambini nati da mamme depresse hanno livelli più elevati di ormoni dello stress, diminuzione del tono muscolare

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 17
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il cocktail di ormoni cascata attraverso i corpi delle madri depresse "può giocare un ruolo importante nello sviluppo del cervello dei loro bambini non ancora nati.

Un livello più elevato di depressione nelle madri durante la gravidanza è stata associata a più alti livelli di ormoni dello stress nei loro figli alla nascita, così come con le altre differenze neurologiche e comportamentali, uno studio della University of Michigan-condotto trovato.

"Le due possibilità sono che esse siano più sensibili allo stress e rispondere con più vigore ad essa, o che sono meno in grado di arrestare la loro risposta allo stress", spiega investigatore principale dello studio, Delia M. Vazquez, MD, professore di psichiatria e pediatria presso l'Università del Michigan Medical School.




L'analisi, che appare in linea davanti, di stampa e Infant Behavior e Sviluppo, ha esaminato i legami tra la depressione materna e lo sviluppo del sistema neuroendocrino 'un bambini, che controlla la risposta allo stress del corpo, così come stati d'animo ed emozioni.

A due settimane di vita, i ricercatori hanno scoperto che i figli di madri depresse avevano diminuzione del tono muscolare rispetto a quelli nati da madri che non erano depressi, eppure regolati più rapidamente agli stimoli, come una campana, sonaglio o la luce - un segno di maturità neurologica .

"E 'difficile dire in che misura tali differenze sono buoni o cattivi, o quale impatto potrebbero avere su un arco di tempo più lungo," dice l'autore principale dello studio, Sheila Marcus, MD, direttore clinico del bambino di UM e Adolescent Sezione Psichiatria .

"Stiamo solo iniziando a guardare a queste differenze, come parte di un'intera collezione di punti di dati che potrebbero essere indicatori di rischio. Questi a loro volta avrebbero identificare le donne che hanno bisogno di attenzione durante la gravidanza o coppie madre/bambino che potrebbero beneficiare di programmi post-partum noti per sostenere lo sviluppo infantile sano attraverso le relazioni madre/bambino. "

La questione a lungo termine per i ricercatori è la misura in cui l'ambiente ormonale in utero può fungere da catalizzatore per i processi che alterano l'espressione genica infantile, sviluppo neuroendocrino e circuiti cerebrali - potenzialmente ponendo le basi per un aumento del rischio per la successiva comportamentale e psicologico disturbi.

Mentre in guardia contro l'allarme, i ricercatori hanno raccomandato che le madri di sintomi di depressione durante la gravidanza a parlare con un terapeuta. Essi hanno inoltre rilevato che gli interventi mirati e legame madre-figlio dopo la nascita possono agire come contromisure, stimolando lo sviluppo neurologico dei bambini e ridurre i possibili effetti della produzione di ormoni dello stress in giovane età.

La depressione post-partum è una delle complicanze più comuni della gravidanza e fino a 1 a 5 donne possono avvertire i sintomi della depressione durante la gravidanza.

Insieme con il monitoraggio sintomi depressivi delle madri durante la gestazione, UM ricercatori hanno prelevato campioni di sangue del cordone ombelicale subito dopo la nascita. Hanno trovato elevati livelli di ormone adrenocorticotropo (ACTH) in bambini nati da madri con depressione. ACTH racconta le ghiandole surrenali a produrre cortisolo, l'ormone dello stress. I livelli di cortisolo, tuttavia, erano simili nei bambini di madri con diversi livelli di depressione, probabilmente l'indicazione del livello di stress associato con la nascita stessa, osservano i ricercatori.

L'impatto della depressione madri sui feti e neonati ha generato una quantità considerevole di ricerca negli ultimi anni. Precedenti studi hanno dimostrato che i bambini nati da donne con depressione grave possono essere più probabilità di essere nati prematuramente o sottopeso, hanno diminuito coordinazione mano-a-bocca e meno coccolone.

Metodologia: Lo studio è stato fatto su una popolazione di 154 donne incinte, che erano di età superiore ai 20, non aveva intenzione di muoversi nel periodo di studio di 2 anni, non prevede l'adozione, senza condizioni o farmaci che potrebbero croniche impatto dello studio, problemi di abuso di sostanze, senza disturbi alimentari e nessuna malattia bipolare. Sintomi depressivi delle madri sono stati valutati a 28, 32 e 37 settimane di gestazione e di nuovo alla nascita. Da loro punteggi, le donne sono state collocate in tre gruppi: a basso, medio e alto depressione. I campioni di sangue sono stati prelevati da cordoni ombelicali dei neonati alla nascita "per misurare i livelli di ACTH e cortisolo. In due settimane, i bambini hanno ricevuto una valutazione neurocomportamentale che ha esaminato gli elementi come risposta agli stimoli, le abilità motorie e la risposta allo stress. Le analisi statistiche sono state poi fatte per cercare modelli all'interno e tra i gruppi.

Altri autori U-M: Juan F. Lopez, M.D .; Susan McDonough, Ph.D., M.S.W .; Heather Flynn, Ph.D .; Brenda Volling, Ph.D .; Niko Kaciroti, Ph.D.

Altri autori: Michael J. MacKenzie, Columbia University; Charles R. Neal Jr., Università delle Hawaii; Sheila Gahagan, University of California, San Diego.

Finanziamento: Istituto Nazionale di Salute Mentale, National Institutes of Health, UM Depressione Center e Dipartimento di Psicologia.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha