I biologi hanno un'istantanea del processo di proteine ​​fugace

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il "freeze-frame" biologica mostra la fase iniziale nella formazione di actina, una robusta filamenti filamento simile che è vitale per l'uomo. Filamenti di actina aiutano le cellule mantengono la loro forma. I filamenti, che sono chiamati F-actina, svolgono anche un ruolo chiave nella contrazione muscolare, la divisione cellulare e altri processi critici.

"Una delle principali differenze tra le cellule cancerose e cellule sane è la loro forma," ha detto il co-autore Jianpeng Ma, professore di bioingegneria presso la Rice e il professore Lodwick T. Bolin di Biochimica presso BCM. "C'è una correlazione tra la forma sana e la crescita di cellule ben regolato, e le cellule tumorali sono spesso brutti e mal di forma rispetto alle cellule sane."




F-actina è stato scoperto nel 1887, ma, nonostante i più di 18.000 studi actina legati a letteratura scientifica, i biologi hanno lottato per sbloccare alcuni dei suoi segreti. Ad esempio, F-actina è un polimero costituito da molte proteine ​​più piccole chiamate monomeri. Questi blocchi, che sono chiamati G-actina, end auto-assemblaggio di porre fine a formare F-actina. Ma il processo di auto-assemblaggio è così efficiente che gli scienziati sono stati in grado di vedere cosa succede quando i primi due o tre monomeri si uniscono per formare il nucleo di un filamento. I filamenti di F-actina all'interno delle cellule sono costantemente in costruzione, lacerato e ricostruita.

"Nucleazione è fondamentale per questo continuo costruzione e ricostruzione", ha detto BCM biochimico e di studio co-autore Qinghua Wang. "Per le cellule sane, nucleazione è il punto di partenza per la forma solida. Per le celle malsane, come il cancro, i processi di nucleazione possono svolgere un ruolo cruciale nella crescita non regolamentata. Questo è uno dei motivi che vogliamo capire meglio nucleazione."

Nel 2008, Ma e Wang hanno chiesto Xiaorui Chen, uno studente laureato in Strutturale e Biologia Computazionale del BCM e il programma di Biofisica molecolare, per intraprendere il compito di usare x cristallografia a raggi per determinare la struttura del nucleo actina. I suoi primi tentativi falliti, ma la squadra finalmente ebbe l'idea vincente di creare due versioni mutanti di G-actina che potrebbe nucleazione ma non polimerizza.

Native G-actina lega con un vicino in alto e uno in basso, e questo top-bottom, end-to-end tipo di legame è la chiave per la formazione di lunghe polimeri F-actina. Per favorire nucleazione senza polimerizzazione, Chen ha creato due versioni mutanti di G-actina. Un mutante potrebbe impegnare normalmente sopra ma non sul fondo, e l'altro potrebbe impegnare normalmente sul fondo ma non in cima.

"Questa strategia dual-mutante è stata la chiave", ha detto Chen, che ora è un ricercatore post-dottorato presso BCM. "Dopo di che, abbiamo dovuto superare i problemi legati alla formazione e crescita dei campioni di cristallo necessari per cristallografia."

Chen utilizzato un processo in due fasi per preparare i cristalli. In primo luogo ha utilizzato alti livelli di super-saturazione per stimolare la formazione di cristalli iniziale e poi utilizzato una semina processo chiamato di trasferire i cristalli di recente formazione di un altro mezzo dove potevano crescere abbastanza grande per l'esame.

Una volta che i cristalli sono stati preparati, sono stati analizzati con diffrazione dei raggi X, che ha rivelato la disposizione atomica di ciascun atomo nella nucleata, accoppiamento a doppio mutante.

"Crediamo che questo accordo di doppia-mutante rivela i contatti più importanti coinvolte nella nucleazione," Ma ha detto. "Per la prima volta, siamo in grado di vedere come actina inizia nucleazione."

Ulteriori co-autori includono Fengyun Ni sia Riso e BCM, Xia Tian di BCM e Elena Kondrashkina della Northwestern University. La ricerca è stata sostenuta dal National Institutes of Health, la Fondazione Gillson-Longenbaugh, la National Science Foundation, la Fondazione Welch, il Dipartimento dell'Energia e del Michigan Economic Development Corp.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha