I cambiamenti nello stile di vita possono avere piccole grande impatto sulla riduzione del rischio di ictus

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Facendo piccoli cambiamenti nello stile di vita potrebbe ridurre il rischio di avere un ictus, secondo un nuovo studio sulla rivista Stroke dell'American Heart Association.

I ricercatori hanno valutato il rischio di ictus usando semplici fattori di 7 salute della American Heart Association di vita: essere attivi, controllare il colesterolo, mangiare una dieta sana, gestire la pressione sanguigna, mantenere un peso sano, il controllo di zucchero nel sangue e non fumare.

"Abbiamo utilizzato lo strumento di valutazione per esaminare il rischio di ictus e abbiamo scoperto che le piccole differenze nello stato di salute sono stati associati con grandi riduzioni del rischio di ictus", ha detto Mary Cushman, MD, M.Sc., senior autore e professore di medicina presso l'Università di Vermont a Burlington.




I ricercatori hanno diviso Semplici 7 punteggi della vita in tre categorie: da zero a quattro punti per inadeguata, 5-9 punti per la media, e da 10 a 14 punti per la salute cardiovascolare ottimale.

I ricercatori hanno trovato:

  • Ogni aumento di un punto verso un punteggio migliore è risultato associato a un rischio di ictus dell'8 per cento in meno.
  • Rispetto a quelli con punteggi insufficienti, persone con punteggi ottimali avuto un rischio di ictus del 48 per cento inferiore e quelli con punteggi medi avuto un rischio di ictus del 27 per cento più basso.
  • Un punteggio migliore è stato associato ad un simile rischio di ictus ridotto in neri e bianchi.

Mentre i partecipanti neri avevano Semplici 7 punteggi di vita peggiore rispetto ai bianchi, l'associazione dei Simple 7 punteggio del quotidiano di rischio di ictus è risultata simile nei soggetti in bianco e nero. "Questo sottolinea l'importanza critica di migliorare questi fattori di salute in quanto i neri hanno quasi due volte i tassi di mortalità ictus come i bianchi", ha detto Cushman.

Cushman e colleghi hanno esaminato le informazioni su 22.914 americani in bianco e nero di età 45 anni e più che stanno partecipando a uno studio basato sulla popolazione a livello nazionale chiamati Ragioni geografica e le differenze razziali in Stroke (saluti).

I ricercatori hanno raccolto dati in 2003-07 per telefono, questionari auto-somministrati e at-home esami. I partecipanti sono stati seguiti per 5 anni per ictus. Molti dei partecipanti allo studio vivono nella regione sud-est degli Stati Uniti, dove il tasso di mortalità per ictus sono i più alti.

Durante lo studio, 432 ictus si è verificato. Tutti i sette fattori di salute nella vita di Simple 7 svolto un ruolo importante nel predire il rischio di ictus, ma avere la pressione sanguigna ideale è stato il più importante indicatore di rischio di ictus, hanno detto i ricercatori.

"Rispetto a quelli con un cattivo stato della pressione sanguigna, quelli che erano ideali avevano un rischio del 60 per cento più basso di ictus futuro", ha detto Cushman.

I ricercatori hanno anche scoperto che coloro che non fumano o smettere di fumare più di un anno prima dell'inizio dello studio avevano un rischio di ictus del 40 per cento più basso.

Ogni anno, circa 795.000 persone negli Stati Uniti hanno una corsa - la n ° 4 assassino e una delle principali cause di disabilità a lungo termine. Ogni quattro minuti, un americano muore da ictus. Le persone possono controllare il loro stato di salute a www.mylifecheck.org.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha