I datori di lavoro hanno preso molte misure per proteggere i dipendenti ed evitare l'impatto sul business di H1N1 focolaio di influenza

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In risposta l'influenza H1N1, la maggior parte dei dipendenti di imprese statunitensi dicono che la loro azienda ha preso misure per proteggerli dalla malattia, come incoraggiare i dipendenti malati di rimanere a casa, secondo un sondaggio nazionale di dipendenti da ricercatori del Programma di Ricerca Harvard parere Harvard School della sanità pubblica (HSPH). Più piccolo, ma notevole, le percentuali di lavoratori hanno riferito che la loro azienda ha preso altre azioni come la creazione di sistemi di back-up per i dipendenti per coprire il lavoro altrui e l'espansione delle politiche di congedo.

Il sondaggio è stato condotto 21 Aprile - 13 Maggio, 2010 tra un campione rappresentativo a livello nazionale di 1.491 dipendenti da parte delle imprese del settore privato al di fuori di istruzione e la sanità che impiegano 20 o più persone.

"Questi risultati suggeriscono che in una futura malattia contagiosa epidemia, molte aziende cercheranno di adattare le loro politiche per mitigare l'impatto sui dipendenti, con la maggior parte precauzioni protettive adozione, come incoraggiando i lavoratori malati di rimanere a casa, e una minoranza di prendere altre misure importanti, come ad esempio l'espansione delle politiche di congedo per malattia ", ha detto Robert J. Blendon, professore di politica sanitaria e di analisi politica a HSPH e direttore del Programma di Ricerca parere Harvard (HORP).




Per quanto riguarda le risposte raccomandate da funzionari della sanità pubblica, la maggior parte dei dipendenti (81%) hanno riferito che le loro società hanno fornito disinfettante per le mani, a base di alcool strofinare a mano o stazioni di lavaggio delle mani per ridurre la diffusione del virus H1N1 nei luoghi di lavoro. Una percentuale simile (80%) ha detto che le loro aziende incoraggiate dipendenti di rimanere a casa dal lavoro se fossero malati con sintomi simil-influenzali.

Circa il 60% dei dipendenti ha riferito che la loro azienda li ha incoraggiati a ottenere il vaccino H1N1. Secondo i rapporti dei dipendenti, le grandi imprese, quelle con 500 o più dipendenti, avevano maggiori probabilità rispetto alla media (da 100 a 499 dipendenti) o più piccole (da 20 a 99 addetti) le aziende a fare questo (66% v. Il 54% e il 48%, rispettivamente).

"Le aziende possono essere partner della sanità pubblica vitale con le autorità sanitarie durante un'epidemia", ha detto Gillian K. Steelfisher, Research Scientist presso il Dipartimento HSPH di politica e gestione sanitaria e membro del team di polling. "I funzionari della sanità pubblica a livello federale, statale e locale dovrebbero sviluppare piani che portano specificamente i materiali didattici e le misure di prevenzione sul posto di lavoro."

La maggior parte dei dipendenti, il 77%, ha detto che la loro azienda ha fornito loro informazioni su come mantenere l'influenza H1N1 di diffondersi tra i dipendenti sul posto di lavoro. Ancora una volta, le grandi imprese sono stati più probabilità rispetto alle imprese di medie dimensioni (da 100 a 499 dipendenti) o le aziende più piccole (20-99 dipendenti) per aver fornito queste informazioni (83% v. 72% e 65%, rispettivamente).

Più di un terzo dei dipendenti ha riferito che la loro azienda ha fornito loro informazioni sulle modifiche di lasciare politiche che renderebbero più facile per loro di rimanere a casa dal lavoro perché erano malati (42%), perché un membro della famiglia era malato (38%) , o perché la scuola dei loro figli chiusi (36%). Percentuali simili di dipendenti hanno riferito che la loro azienda ha creato un sistema di back-up per qualcuno per coprire il loro lavoro se si ammalarono (42%) o li ha addestrati per coprire qualcun altro se si è ammalato o ha dovuto essere assente a causa di H1N1 (36 %).

La maggior parte dei dipendenti (81%) hanno riferito che la loro azienda è stato preparato per l'epidemia H1N1 (44% "molto preparati," 37% "un po 'preparata"). I dipendenti di grandi aziende, con 500 o più dipendenti, avevano maggiori probabilità rispetto ai dipendenti a piccole imprese, quelle con 20-99 dipendenti, per dire questo (85% v. 73%).

La metà di tutti i dipendenti (50%) dicono che questa epidemia di H1N1 ha fatto la sua azienda più preparato per una possibile epidemia futura di un grave, malattia contagiosa.

Circa uno su cinque (21%) i dipendenti ha ottenuto il vaccino H1N1, rispecchiando i tassi nella popolazione generale. Tuttavia, i tassi di vaccinazione sono risultati significativamente più elevati tra i dipendenti le cui aziende li ha incoraggiati a ottenere il vaccino che tra i dipendenti le cui aziende non hanno farlo (29% v. 9%).

Un sondaggio preventiva HORP guardò affari preparazione H1N1:

"Quattro quinti delle Imprese prevedere i problemi gravi garantire le operazioni se significativi H1N1 Flu Outbreak," 9 settembre 2009

Altri sondaggi del pubblico per quanto riguarda l'epidemia di influenza H1N1 intrapresa dal Programma di Ricerca parere Harvard (HORP) presso HSPH sono elencati di seguito:

"Quasi la metà degli americani crede Outbreak H1N1 è finita, Poll Finds," 5 febbraio 2010

"Sondaggio rileva Tre quarti dei genitori che ha cercato di ottenere H1N1 vaccino per i loro figli hanno ottenuto E," 22 dicembre 2009

"Sondaggio: Travelers Prendendo significativamente più Precauzioni contro H1N1 e stagionale influenza su Trips quest'anno", 10 dicembre, 2009

"Sondaggio rileva Due terzi dei genitori e ad alta priorità adulti che cercavano di raggiungere H1N1 vaccino sono stati in grado di farlo," 6 novembre 2009.

"Indagine Finds Solo il 40% degli adulti assolutamente certo che riceveranno H1N1 vaccino," 2 Ottobre 2009

"National Survey Finds sei su dieci americani credono grave epidemia di influenza A (H1N1) Probabilmente in autunno/inverno," 15 luglio 2009

"Indagine rileva Molti americani hanno preso provvedimenti per proteggersi contro H1N1," 8 maggio 2009

"Indagine trova quasi la metà degli americani Concerned loro oi loro familiari possono ammalarsi di influenza suina," 1 Maggio 2009.

Metodologia

Questo sondaggio è parte di una serie di indagini focalizzate sulla risposta del pubblico alle emergenze di salute pubblica dal Programma Harvard Opinion Research (HORP) presso la Harvard School of Public Health. Lo studio è stato progettato e analizzato dai ricercatori della Harvard School of Public Health (HSPH). Il direttore del progetto è Robert J. Blendon della Harvard School of Public Health. Il team di ricerca comprende anche Gillian K. SteelFisher, John M. Benson, Kathleen J. Weldon, Mark M. Bekheit e Robin C. Herman della Harvard School of Public Health, così come Melissa J. Herrmann di SSRS/ICR, un società di ricerca indipendente. Le interviste sono state condotte via telefono (sia fisso e cellulare) per HORP da SSRS/ICR di media (PA) 21 aprile al 13 maggio 2010 su un campione rappresentativo a livello nazionale di 1.491 intervistati di età e 18 di età superiore, che lavorano almeno 35 ore una settimana in un unico posto di lavoro primario, esclusi coloro che sono lavoratori autonomi, quelli che lavorano in aziende con meno di 20 dipendenti, e coloro che lavorano nei settori dell'istruzione, della sanità, cure di emergenza o di servizi di prima responder, e del governo. Il margine di errore per intervistati è +/- 3,30% al livello di confidenza del 95%.

Possibili fonti di errore di campionamento non includono polarizzazione non risposta, così come la formulazione delle domande e gli effetti di ordinazione. Non-risposta in indagini telefoniche produce alcuni pregiudizi noti nelle stime dell'indagine-derivato perché la partecipazione tende a variare per i diversi sottogruppi di popolazione. Per compensare queste distorsioni note, dati di esempio sono ponderati per i più recenti dati del censimento disponibili dalla Current Population Survey per genere, età, razza, educazione, regione e dimensione aziendale. Altre tecniche, tra cui la selezione casuale di cifre, replicano sottocampioni, e la selezione sistematica intervistato all'interno delle famiglie, sono utilizzate per garantire che il campione sia rappresentativo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha