I diabetici con l'alta pressione sanguigna beneficiare di 'pillole di acqua'

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Diuretici (pillole d'acqua) funzionano meglio di farmaci nuovi e più costosi nel trattamento della pressione alta e la prevenzione di alcune forme di malattie cardiache nelle persone con diabete di tipo 2, in base ai risultati del antiipertensivi e ipolipemizzanti trattamento per prevenire attacchi di cuore Trial (ALLHAT). ALLHAT, il più grande studio clinico mai condotto ipertensione, è stato condotto in parte dal medico Tulane University ed epidemiologo Paul K. Whelton, vice presidente senior per le scienze della salute e autore principale per l'attuale relazione pubblicata nel numero di giugno 27 Archives of Internal Medicine .

"Quasi tre su quattro persone con diabete di tipo 2 ha l'ipertensione, mettendoli a rischio sostanziale per le malattie cardiovascolari", spiega Whelton.

Una questione importante nei pazienti con diabete di tipo 2 e ipertensione è stata se si fa la differenza, che la medicina è utilizzato per la terapia iniziale di alta pressione sanguigna.




"ALLHAT è il più grande studio per rispondere a questa domanda, a confronto quattro diverse classi di farmaci antipertensivi: diuretici, enzimi [ACE] inibitori, bloccanti dei canali del calcio-inibitori e bloccanti del recettore alpha", dice Whelton.

In una precedente pubblicazione (Journal of American Medical Association, dicembre 2002), i ricercatori hanno riferito che i diuretici ALLHAT sono stati superiori nel prevenire esiti cardiovascolari avversi rispetto ad altri farmaci antipertensivi di prima passo. La presente relazione indica che questo è vero non solo nei pazienti ipertesi con normale zucchero nel sangue, ma in quelli con diabete, o alterata glicemia a digiuno (pre-diabete).

La pubblicazione Archives è basata su lungo termine da studi clinici in 31.512 uomini e donne che erano tutti i 55 anni di età o più anziani con la fase 1 o fase 2 ipertensione e almeno un ulteriore fattore di rischio per la malattia coronarica. I partecipanti allo studio sono stati assegnati al trattamento iniziale sia con un calcio-antagonista (amlodipina), un ACE-inibitore (lisinopril) o un diuretico (clortalidone). Rispetto al ACE inibitori e calcio-antagonista, il diuretico è stato:

  • Più di protezione contro l'insufficienza cardiaca nei pazienti con o senza diabete (di circa 1/6 ° rispetto alla ACE inibitore, e di circa 1/3 ° rispetto al calcio-antagonista).
  • Più di protezione contro l'ictus nelle persone con o senza diabete (rispetto al ACE inibitore). Questo beneficio è stato osservato solo nei pazienti di razza nera.
  • Leggermente più efficace nel ridurre la pressione arteriosa sistolica, la misura della pressione sanguigna quando il cuore batte, tra quelli con o senza diabete.
  • Almeno altrettanto protettiva contro la malattia coronarica fatale o attacchi di cuore non fatali nei pazienti diabetici, quelli con alterata glicemia a digiuno, e in quelli con un normale zucchero nel sangue.
  • Altrettanto protettivo contro la morte, la malattia renale allo stadio terminale o il cancro nei diabetici, quelli con alterata glicemia a digiuno, e in quelli con un normale zucchero nel sangue.

"Independent dello status di diabete, i nostri risultati suggeriscono che i diuretici sono meglio di ACE-inibitori e calcio-antagonisti nel prevenire alcune complicazioni, in particolare malattie cardiovascolari cuore a guasti durante il trattamento iniziale di alta pressione sanguigna. I pazienti con diabete e pressione alta non devono cambiare la loro farmaci antipertensivi senza discutere questa opzione con i loro medici ", dice Whelton.

###
(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha