I fattori genetici che stanno dietro la pressione alta

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'ipertensione arteriosa è un fattore di rischio noto per le malattie cardiache. I ricercatori della Sahlgrenska Academy dell'Università di Göteborg, in Svezia, hanno partecipato a uno studio internazionale di 200.000 cittadini europei che ha individuato 16 nuove varianti genetiche che influenzano la pressione sanguigna. La scoperta, pubblicata su Nature, è un passo importante verso la diagnostica e il trattamento migliore.

Un miliardo di persone nel mondo soffrono di pressione alta e sono quindi in zona di pericolo per artisti del calibro di malattie cardiache e ictus. Previsione e controllo della pressione alta efficace è quindi uno dei problemi di salute globali più pressanti.

Analisi dei dati genetici




I ricercatori dell'Accademia Sahlgrenska dell'Università di Göteborg sono tra un consorzio internazionale di oltre 400 ricercatori provenienti da Stati Uniti, Europa, Asia e Australia sperano di identificare quali parti dei nostri geni influenzano la pressione sanguigna spulciando tra grandi quantità di dati genetici.

2,5 milioni di variazioni del DNA

Nel loro ultimo studio, i ricercatori hanno analizzato più di 2,5 milioni di variazioni del DNA di più di 200.000 cittadini europei. I risultati, pubblicati sulla rivista Nature, rivelano 16 regioni genetiche precedentemente sconosciuti con geni interessanti che regolano la pressione sanguigna del corpo - sia il livello più basso in cui il cuore si dilata (diastolica) e il livello superiore quando il cuore si contrae (sistolica).

Gruppi di rischio genetici

Con l'aiuto di queste variazioni genetiche recentemente scoperte, i ricercatori hanno costruito i gruppi di rischio genetici per prevedere il rischio di ictus e attacchi cardiaci. "Siamo stati in grado di classificare le persone in base a quante varianti di rischio per l'ipertensione che hanno nei loro geni", spiega Fredrik Nyberg, un ricercatore presso l'Accademia Sahlgrenska lavoro.

Importante passo avanti

In un altro studio pubblicato contemporaneamente su Nature Genetics, i ricercatori da Gothenburg individuare ulteriori nuove regioni genetiche e geni che controllano altre due misure di pressione arteriosa: pressione del polso (la differenza tra pressione sistolica e diastolica) e la pressione arteriosa media (in media sistolica e diastolica). Lo studio mostra come sia importante analizzare diverse misure di pressione sanguigna. Ad esempio, la pressione di impulso è un indicatore di rigidità nelle arterie che portano il sangue dal cuore al corpo, e diversi geni sembrano controllare diversi aspetti della pressione sanguigna.

I risultati dei due studi sono considerati un passo importante verso la comprensione di come il corpo regola la pressione sanguigna, e le regioni genetiche recentemente scoperte sono potenziali bersagli per terapie future.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha